Material girl

E' lunedì e qui sulla tazzina si affrontano argomenti più concreti del solito.
Frequentando il corso di interior design ormai da un anno, vi posso assicurare che per diventare arredatori d'interni non basta scegliere i mobiletti giusti da mettere qui e là. I veri protagonisti di un progetto d'interni, infatti, sono i materiali e i rivestimenti che andranno a definire la tela su cui il capolavoro avrà un inizio e una fine.

Da una parte io mi sento molto fortunata ad affrontare questo tipo di progettazione dall'inizio, non sarò vincolata da "tele" imposte da altri e potrò decidere ogni singolo dettaglio riguardante i materiali e all'idea che voglio dare della mia casetta.
E' anche vero che i compromessi ci sono comunque: molti materiali sono troppo costosi, o magari la casa non ha la conformazione ideale per posare un determinato rivestimento (mi riferisco alla resina che avevo intenzione di mettere in bagno...sigh).

Così, per venire incontro al budget e ai professionisti che faranno i lavori, sono scesa a compromessi trovando comunque delle soluzioni alternative che mi soddisfano completamente:

 

Questi sono gli elementi che doneranno il carattere complessivo del mio appartamento. Molti di voi conoscono già la mia passione per le piastrelle diamantate ;) quindi ho deciso di mettere quelle a mattoncino in cucina e delle normali 10x10 in bagno, entrambe di Vogue.
 
 
Il pavimento del bagno sarà formato da lastre (piastrelle è molto riduttivo visto che sono 80x80) in gres porcellanato, grigio cemento (un'ottima soluzione per avere un effetto resina con poche fughe visibili) prodotte da Gardenia Orchidea, serie Walk.
 
 
Le tavole in abete sono il pavimento già esistente del resto della casa. Ho scelto di recuperarle perché non esistono più delle tavole così belle in circolazione, queste risalgono agli anni '20 e le considero il pezzo forte di tutto l'appartamento (insieme agli infissi originali).
 
 
Spero di postare il prima possibile il foto-diario di questa bellissima (e stressantissima) esperienza... Lo so che ci sto mettendo una vita, purtroppo non dipende da me :(
Portate pazienza tazzinosi miei ;)

19 commenti:

  1. Le scelte mi piacciono proprio tutte... ma non avevo dubbi! Non vedo l'ora di ficcare la Bombetta... ops, il naso, nella tua splendida casetta ;)
    Serena

    RispondiElimina
  2. ottime scelte!!! anche a me piacciono le piastrelle diamantate e adoro i vecchi parquet e il tuo è stupendo!

    RispondiElimina
  3. tutto bellissimo...il parquet cmq è davvero il pezzo forte!! complimenti

    RispondiElimina
  4. Mi piacciono molto le tue scelte. E fai benissimo a recuperare il vecchio pavimento in abete. Le case con elementi originali d'epoca hanno un carattere unico.

    RispondiElimina
  5. Ciao, anche io sto affrontando una ristrutturazione e per il bagno avevo optato per le piastrelle diamantate, solo di un formato più grande. Purtroppo sono stata scoraggiata da alcune persone per il fatto che il mio bagno ha una nicchia e diversi angoli sia interni che esterni. Posso sapere se anche tu dovrai affrontare difficoltà nella posa e se hai trovato delle soluzioni? Proprio questo pomeriggio farò la scelta decisiva!
    Ciao, Fiorella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fiorella! Se ci sono molte nicchie sconsiglierei anche io le diamantate... Io per fortuna devo rivestire solo la doccia e una mezza parete dietro il lavabo!

      Elimina
    2. Anche io avrei voluto fare come te ma in casa non abito da sola e sono dovuta scendere (ancora) a compromessi. Tu almeno hai il parquet degli anni 20 con cui consolarti :-)

      Elimina
  6. bellissimi elementi! mi domando solo che finitura superficiale hanno le tavole di abete, vengono comunque trattate come un parquet? sarò curiosa di vedere il lavoro finito! anche io mi sto occupando di casa nostra, anche se i lavori sono già finiti, ora sono all'"allestimento"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essendo un parquet avranno il loro trattamento con l'olio adatto però l'effetto finale sarà più opaco/grezzo piuttosto che cerato lucido come si faceva una volta :) Per fortuna che si sono evoluti dal punto di vista dei trattamenti per legno.... In bocca al lupo per l'"allestimento" di casa tua ;)

      Elimina
  7. Per dare un effetto ancora più naturale per il tuo pavimento, potresti anche usare una colata di cemento e poi andarlo a lavorare come la resina...rimane molto naturale opaco e senza fughe!
    Den.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ci sarà bisogno del solito retinato da piazzare sotto la colata vero? Io ho un po' di problemi di tubazioni nel pavimento... C'è l'idraulico che mi sta mettendo l'ansia :(

      Elimina
  8. Ma lo sai che potrei denunciarti per istigazione alla ristutturazione completa?? Oppure per plagio (il mio!!). Non è che avresti da mostrarmi qualcosa che non mi piace in assoluto o che non è possibile trovare già piantato nel pavimento di casa negli anno 20 per risparmiarmi la morte per intossicazione da invidia??
    La pazienza....
    :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahahaha Katia, mi ritengo fortunata per questa "eredità" lasciata dalla bisnonnina... Non so come farei altrimenti. Probabilmente vivrei in uno scantinato :D

      Elimina
  9. Ciao,
    anch'io adoro le piastrelle diamantate in cucina.
    Posso chiederti, se lo sai, qual è il prezzo al mq di quelle Vogue?
    grazie mille,
    Alice

    RispondiElimina
  10. Ciao Camilla. Sbircio il tuo blog da un bel po' di tempo e credo di non aver mai commentato. Ti scrivo per avvertirti che una lastra da 80x80 in bagno (che di solito è un ambiente piccolo e pieno di elementi) rischia di essere tagliata in tanti pezzettini per seguire le forme dei sanitari, doccia/vasca, niccia sotto-finestra ecc. Alla fine ci sarà solo un'unica lastra intera (al centro o nell'angolo in cui si inizia la posa del pavimento) circondata da forme più piccole ed anche irregolari. Se poi la casa è vecchia e i muri non sono perfettamente ortogonali tra loro l'effetto finale è tutt'altro che omogeneo e senza fughe.
    Mi sono sentita in dovere di avvisarti, non vorrei aver rovinato i tuoi progetti...
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo! Io in bagno ho usato delle piastrelle color grigio effetto cemento però 30x60.

      Elimina
  11. Tutto bellissimo, le doghe in abete poi sono stupende. Solo le lastre in bagno nn mi convincono, proprio per il discorso che faceva Nene. Brava brava come sempre!!

    RispondiElimina
  12. Complimenti, hai un gusto che condivido completamente! Non vedo l'ora di vedere le foto del tuo appartamento, ora sono troppo curiosa :) Posso chiederti qual è il corso di interior design che frequenti? anche io ne sto cercando uno, ma non so come orientarmi e non vorrei prendere granchi :/

    RispondiElimina
  13. Complimenti anche da parte mia!!
    Io, nella nuova casetta, ho fatto mettere per il pavimento delle favolose piastrelle di gres porcellanato effetto legno di Marazzi che son favolose!!! all'inizio pensavo di aver sbagliato colore (grigio), ma poi...non potrei farne a meno!!!
    IN bocca al lupo per tutto!!!!
    Cri

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...