MDW 2015: the best of Salone del mobile

Ok, let's do this!
Con le gioie della Milano Design Week arrivano sempre i dolori della selezione delle fotografie da condividere sulla tazzina....
Quest'anno ho deciso di suddividere l'ormai tradizionale avventura milanese in tre post diversi in maniera da non tediarvi troppo: il primo sarà dedicato ai miei stand preferiti del Salone, il secondo sarà una top ten dei migliori designer emergenti del padiglione Satellite ed il terzo sarà dedicato ad una carrellata del Fuorisalone.. Siete pronti? :)

Prima di tutto devo puntualizzare una cosa: per vedere TUTTOTUTTO il Salone ci vogliono almeno tre giorni. Io ho avuto solo sette ore per visitare gli stand che avevo precedentemente selezionato in base ai miei interessi, e come al solito sono riuscita a farne solo la metà... E' una cosa che bisogna mettere in conto fin dall'inizio: sei interessato a 26 stand? Ne vedrai solo 13. Ormai l'ho imparato. Tutto regolare.

Nota a me stessa: Camilla che ne dici se per il prossimo anno cominciamo a considerare l'idea d'indossare delle scarpe da ginnastica ammortizzate per il tour? Non sarebbe malaccio. Pensaci.

Twils






Twils è stata la mia prima tappa: avevo voglia di cominciare il "giro" immergendomi nei colori dell'anno: marsala, color terracotta, rosa e copper orange...E così è stato. Già l'anno scorso ero rimasta affascinata dalla palette calda e intima proposta da questo brand che si è rivelato uno degli anticipatori del trend-colore 2015.

Danish Living room





Danish Living room è una delle punte di diamante tra gli stand scandinavi: racchiude in sé svariati brand danesi la cui bellezza sta nella semplicità delle linee (tipicamente nordiche) e nella ricercatezza dei materiali...Ho adorato in particolare il "tavolaccio" in legno e sono rimasta ipnotizzata dalla cucina (Linak)..Se volete capire di cosa parlo, guardate il video qui sotto.. Questa sì che è tecnologia!



Zilio A&C




Zilio A&C per me è stata una scoperta. Non era nemmeno programmato nel mio tour ma i colori di questo brand (made in Italy!) mi hanno attirato come una calamita: molto fifties!

Gervasoni




Gervasoni non ha bisogno di presentazioni ed era scontato che comparisse tra gli " imperdibili" del mio tour. Anche in questo stand il rosa non manca, così come i metalli caldi dalla texture grezza delle lampade.

Letti&Co




Letti&co by Paola Navone è l'appendice notturna di Gervasoni, e propone tutto per la zona notte... Dai letti ai comodini, passando per consolle e salottini degni di una master bedroom coi fiocchi :)

Carl Hansen




Carl Hansen: procura infarti alle scandi-design addict dal 1908.
Ho trascinato Valentina del blog Appunti di casa dal mio amico Carl, promettendole del materiale fotografico da urlo e così è stato: avremmo passato un'ora a fotografare il meraviglioso allestimento di questo stand, il tutto contornato dalla nostra soundtrack ufficiale composta da gridolini e "ooooh" "che meraviglia" "adesso muoio"....  
Guardate le foto e ammettetelo: avreste fatto la stessa cosa anche voi. ;)

Moroso




Il mondo di Moroso, con le sue inconfondibili forme e colori, mi prende sempre per la gola.. Saranno le tonalità sorbetto degli imbottiti o il magnifico contesto architettonico in legno ricreato per lo stand? Quasi come fosse un padiglione nel padiglione, questa struttura spiccava su tutto il resto accendendo dibattiti su quanto architettura e design siano indispensabili l'una all'altro.

Muuto






Di Muuto forse avrei dovuto fare un post a sé...Troppo bello per essere raccontato solo in cinque fotografie. Adoro lo schema di colori di questo stand: si va dai pastelli al rosso acceso, dai grigi tenui al giallo canarino, con una disinvoltura che solo i nordici riescono ad azzardare...
Mi piacciono i divani "cicciotti" e finalmente posso dire di essermi seduta sul Rest, il sofà dei miei sogni *sospiro*.

Normann Copenhagen



Normann Copenhagen ha vinto il premio "miglior gadget per la stampa" regalandoci la miniatura della nuova Form Chair del colore che preferivamo... 

Grazie Normann! Hai reso migliore la parte finale della mia maratona, e sulla metro, con le gambe distrutte e la schiena dilaniata dal peso di tutte le cartelle stampa collezionate durante il tour, avevo comunque il sorriso stampato in faccia sapendo che con me c'era una piccola Form a farmi compagnia... :)

5 commenti:

  1. Grazie per aver condiviso le tue foto e i tuoi spunti! Io ho visitato altre parti del Salone, e come dici, non si riesce a vedere tutto! Ciao! Lou

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero! e senza una programmazione fatta in anticipo si rischia di perdere gli stand più interessanti.... La prossima volta spero di dedicarci almeno due giorni! :)

      Elimina
  2. Quest'anno niente Salone per me ma grazie a questa meravigliosa selezione è stato un po' come esserci stata. Grazie :D

    RispondiElimina
  3. Ciao! proprio bella la tua selezione Salone (anche io mi sono divertita alla mia prima avventura da appassionata e mi rincuoro del fatto che sia normale non riuscire a vedere tutto...!) e Fuorisalone dove avrei voluto curiosare un po'!! ciao a presto!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...