10 propositi per il 2016

Finisce l'anno e si tirano le somme, ne inizia un altro e si comincia a pensare a come poter migliorare la propria vita,dare un taglio alle cattive abitudini e seguire i propri sogni.
Che siano semplici rituali da modificare o dei traguardi fondamentali da raggiungere poco importa, il nuovo anno è sempre un'ottima occasione per mettersi in gioco e definire nuove sfide ;)

(vi presento Piggy, la mia nuova lavagnetta adesiva)

Ispirata da una simpatica idea lanciata dal blog CasaBaze (e da vera appassionata di liste e pianificazione) ho deciso quindi di stilare la mia lista di piccoli goal personali da realizzare nell'arco del 2016 :)
La voglio condividere qui sul blog perché la tazzina è parte integrante della mia vita e perché mettendo nero su bianco i miei buoni propositi sarò più stimolata a seguirli... Ce la farò?
Incrociamo le dita! :) 




Tenere un diario
Più che un proposito, questo rituale è da considerarsi una vera e propria terapia. Per rendere il tutto più facile mi avvalerò del Five minute journal, un piccolo manuale munito di schede da compilare che spiega come trovare la felicità grazie ad una piccola annotazione quotidiana. Bastano 5 minuti da dedicare al proprio diario durante la colazione e appena prima di andare a dormire per trovare la motivazione giusta per trascorrere una giornata meravigliosa. L'importante è accorgersi delle piccole cose positive che ci succedono durante il giorno e decidere di fare qualcosa per trovare la propria felicità :)

Fare il saluto al sole 
Ho cominciato a praticare yoga solo da qualche mese, eppure riesco già a percepirne i benefici mentali e fisici... Lo so, non ha l'aria di essere un proposito fondamentale, ma se l'obiettivo finale deve essere la ricerca della felicità, sono sicura che lo yoga farà la sua parte... Poi è pure divertente :)

Visitare una nuova città 
Ultimamente tendo a tornare in città e luoghi già visitati solo perché conosco cosa mi aspetta e questo mi dà la sensazione di essere al sicuro e che non possano mai accadere imprevisti. Nella mia vita ho viaggiato molto e le principali capitali europee le ho viste quasi tutte, eppure alcuni posti rimangono per me un grosso punto interrogativo.  Malta per esempio.... Cosa c'è a Malta? Devo scoprirlo.



Crescere insieme al mio blog
Il mio blog sono io, ed io sto crescendo...
E' inevitabile che questa evoluzione ci coinvolga entrambi volenti o nolenti. :)
Mi piacerebbe dedicare molto più tempo alla stesura di articoli di qualità e prendere in considerazione l'idea di collaborare con più sponsor rispetto agli anni precedenti. Questo ovviamente non pregiudicherà la genuinità del blog, la sua integrità continuerà a starmi a cuore più di qualsiasi altra cosa... Semplicemente ho voglia di apportare delle modifiche al solito menù :) Vedremo cosa ci riserverà questo 2016!




Disegnare di più
Che sia uno scarabocchio o il disegno tecnico di una planimetria per un cliente poco importa: disegnare mi rilassa e lo trovo un ottimo sistema per tenere sempre viva la mia creatività. Sia chiaro, non è proprio una delle cose che mi riescono meglio, eppure ci sono delle volte in cui sono talmente ispirata che mi meraviglio di me stessa per quello che sono riuscita a creare.
A proposito, cosa ne pensate dei miei disegnini stupidini? ^^

Indossare più colori
Può sembrare strano perché qui sul blog condivido molte immagini colorate, parlo di palette e schemi cromatici, eppure il mio guardaroba sembra quello di Mercoledì Addams. Nero, grigio, nero, bianco, nero... Ho già detto nero? A parte gli scherzi, comincio a sentire il bisogno di introdurre più colori e pattern ai miei outfit perché le poche volte che lo faccio mi sento subito meglio... Perché non assecondare anche queste piccole sensazioni per vivere un anno migliore? :)


Imparare a cucinare 
L'ho deciso a Capodanno quando sono riuscita a carbonizzare le pietanze che mi erano state assegnate per contribuire al cenone organizzato a casa di amici. Ho passato un intero pomeriggio a fare finta di essere Julia Child per poi ritrovarmi a buttare nel cestino i miei fallimenti culinari in preda ad una crisi isterica. A rileggere questa mia disavventura adesso mi viene da ridere, ma vi assicuro che non è bello avere la consapevolezza di essere una pessima cuoca. Siccome voglio organizzare io il prossimo cenone di Capodanno sarà il caso che cominci a darmi subito da fare  :)

Fare decluttering
Con un trasloco in corso il decluttering diventa una fase fondamentale del processo di rinnovamento. Ho bisogno di selezionare le cose a cui tengo veramente e quelle da cui voglio liberarmi per sempre, e per fare questo avrò bisogno di tantissima lucidità ed una dose massiccia di camomilla. Non sono una che si libera facilmente dei ricordi, ma sento il bisogno di cominciare un nuovo capitolo della mia vita alleggerendomi di tutte le cose che non mi servono o che non mi rappresentano più. Sarà una sfida :)

Gestire meglio il mio tempo
E definire meglio le mie ore lavorative. Perché con la scusa che lavoro da casa tendo a non separare i miei momenti da quelli dedicati al lavoro. Mi piacerebbe imparare a scandire bene i miei orari come ad esempio non rispondere alle mail mentre ceno o non distrarmi nei momenti in cui invece dovrei essere più produttiva (come la mattina). Questo farà sicuramente la differenza! :)


Far quadrare i conti
I soldi saranno pure l'arma del capitalismo ma se non ce li hai è un problema... Cercare di arrivare a fine mese con un'attività da freelance non è sempre facile (anzi, molto spesso è un terno al lotto), per questo ho deciso che nel 2016 non mi farò più prendere alla sprovvista da eventuali crisi e farò di tutto per organizzarmi al meglio per affrontare tutte le spese che la vita comporta. Come? Con il metodo suggerito da Silvia Toffolon su C+B, il cosiddetto Metodo dei 6 barattoli ideato da Harv Eker. Dateci un'occhiata! ;)

E voi avete già stilato la vostra lista di propositi per il 2016? :) Sono curiosaaaaa!

Fotografie e illustrazioni: Camilla Corradi - la tazzina blu

8 commenti:

  1. Bella la tua lista, io quest'anno ho cambiato nome alla lista dei buoni propositi trasformandola in una lista di progetti, nella speranza che la parola "progetti" mi istighi a seguirla di più rispetto a quanto ho fatto lo scorso anno!! Marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra un'ottima strategia! L'anno prossimo cambierò nome anche io:)

      Elimina
  2. Che bei propositi! io ti posso aiutare con la cucina se vuoi ;-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lisa ahahahah! A tuo rischio e pericolo. :P

      Elimina
  3. ci sto lavorando, è ora di dare una sferzata alla mia vita!
    gloria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gennaio è il mese perfetto per prendere questo genere di decisioni ;)

      Elimina
  4. Cara Camilla,
    i tuoi buoni propositi sono automaticamente diventati i miei...o meglio, nei tuoi ritrovo i miei... in particolare mi è piaciuto il tuo proposito di disegnar di +, perché anche a me fa lo stesso effetto, gestire meglio il nostro tempo è una delle cose + difficili, visitare nuove città, perché perdersi in vicoli e stradine è, per me, una cosa irresistibile.
    Grazie invece per gli utili link che hai postato e che non conoscevo, vado a studiare il metodo dei sei barattoli e ti auguro di riuscire a portarli tutti a compimento. Seguirti è un vero piacere. A presto.
    Lisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lisa, che bel commento ❤️❤️❤️ In bocca al lupo a noi! Sono sicura che ce la faremo entrambe ;)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...