Rhythm of life: la nuova palette di Jotun per il 2018

Due settimane fa il brand norvegese di pitture per interni Jotun ha presentato i suoi colori-trend per il 2018.
Non sono particolarmente interessata al prodotto in sé (credo che nemmeno rivendano in Italia) quanto invece per le meravigliose fotografie di Line Thit Klein e lo styling mozzafiato a cura del famoso studio Kråkvik & D'Orazio (già venerati dalla sottoscritta grazie anche al lavoro svolto all'esposizione Everything is connected durante il fuorisalone)...
Da rimanere a bocca aperta, ve lo assicuro!

L'analisi effettuata per il 2018 è intitolata "Rhythm of Life" e riporta la tendenza al nostro desiderio di intraprendere uno stile di vita più lento, al passo con i ritmi della natura. Il bisogno di rallentare, così come la necessità di esprimere noi stessi in spazi urbani sempre più caotici ha messo in luce un nuovo concetto di "casa", molto più simile a quello di rifugio.

Jotun ha interpretato e tradotto in colore questa tendenza sociologica, suddividendola in tre macro-trend che faranno da linea guida per il 2018:

  • City Motions
  • Silent Serenity
  • Lush Garden

A guidare le tre tendenze un'unica palette di 32 colori ben bilanciati e dai nomi super-evocativi *_*
Tra i miei preferiti: Raw Canvas, Norwegian Wood, Evening Green, Silky Pink, Green Tea, Nordic Breeze, Blushing Peach.

Non trovate anche voi che il nome di un colore sia importante quanto la tonalità stessa? :)


City Motions è caratterizzato da calme e rilassanti tonalità di blu e grigi polverosi in accostamento a materiali grezzi e naturali come il legno, la pelle, il lino, la pietra marmorea e il velluto. Rappresenta un minimalismo urbano e architettonico, perfetto per tranquillizzare e portare serenità nel nostro stile di vita sempre più veloce e stressato.








Silent Serenity rappresenta il nuovo nomadismo, fatto di connessioni multiculturali e dal bisogno di riavvicinarsi alla madre terra. I colori del tramonto, della sabbia del deserto uniti alle tonalità "terrose" e al rosa pesca trasmettono relax e ci accompagnano in una nuova mentalità più slow e consapevole. Da abbinare sapientemente ad elementi come lana, terracotta, cesti in paglia, e oggetti artigianali.








La tendenza Lush Garden ci trasporta dalle città alla foresta, trasformando la nostra casa in un  santuario green per riconnetterci alla natura e ritrovare la pace interiore. I verdi delle foglie abbinati all'ottanio contrastano con i rossi e i marroni dei rami pieni di bacche o fiori ricordando luoghi selvaggi come la Malesia. Un tocco "etnico" da abbinare a materiali naturali come la seta, i metalli e le ceramiche.






Come vi sembra? Io intanto sono in fibrillazione per l'annuncio del colore dell'anno di Sikkens e dell'intero gruppo Akzonobel! Chissà cosa ci riserva il futuro! Io qualche sensazione già ce l'ho ma non voglio fare pronostici... Non ci resta che attendere ;) 


1 commento:

  1. Meravigliose queste cromie... cadono a fagiolo in un momento in cui mi trovo a dover scegliere la tinta delle mie pareti! Sempre preziosa, Camilla!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...