Wooden Vanity

Forse ci siamo. O perlomeno siamo vicinissimi al completamento della ristrutturazione del bagno :)
Dopo la posatura delle piastrelle questa piccola stanza ha cominciato a prendere forma, ma ieri sera ho avuto per la prima volta la visione d'insieme di quando sarà FINITO: ho visto finalmente quello che sarà il top in legno dove verrà incassato il lavandino.

L'artigiano che se ne sta occupando è arrivato verso le 18 a fare un'ulteriore prova delle misure, munito del famoso "pezzo di legno" (un bellissimo noce) che tempo fa abbiamo scelto insieme; questa volta però l'ho visto lavorato e tagliato a misura della nicchia del mio bagno e sono rimasta sconvolta nel vederlo ancora più bello di quello che ricordavo :)

E' proprio come lo avevo immaginato: grezzo, irregolare, e molto "caldo". Perfetto abbinato a quelle candide piastrelline diamantate :)
Così oggi volevo cercare delle immagini per dare anche a voi un piccolo assaggio, in attesa di fotografare quello vero :)




(via Convoy)

(via Digs Digs)


Sono così contenta che tutto stia andando secondo i miei piani (almeno per l'estetica, con le tempistiche invece siamo in ritardissimo) che non trovo le parole, ma soprattutto non vedo l'ora di veder realizzato interamente il mio sogno :)

Marble Mix

Potevo rimanere indifferente a questo trend, cominciato a dilagare nel 2013, che sta influenzando tutti i designer del momento e le blogger del settore? Assolutamente no.
Proprio per questo quando il posatore mi ha chiesto di che materiale volessi la soglia tra il corridoio e il balconcino non ho avuto dubbi... E marmo sia!
Ed è così che è cominciata l'ossessione e l'amore per questo materiale, una volta snobbato dalla sottoscritta perchè "troppo raffinato", pretenzioso... Forse anche un po' freddino.

Adesso invece lo adoro soprattutto nelle sue versioni più ironiche: dalla fodera del cuscino che decide di imitarne le venature, alla carta da parati che si sostituisce al materiale vero e proprio diventando rivestimento "cheap" ma di grande effetto...E chiaramente la moda segue a ruota.
Ecco per voi una raccolta di affascinanti spazi e prodotti che mi hanno fatto innamorare :)



(Dall'alto a sx in senso orario: Marble Wood - Fleux; Stil Inspiration; Design an Form








Ed ecco qui la versione tazzinosa:



Ispirazioni e aspirazioni a Copenaghen

Questa settimana è stata pienissima, e maggio si sta rivelando un mese molto positivo se non fosse che dopo lo stress da esamone finale mi sono beccata la febbre. Ma ormai la posso considerare una prassi! :)
Influenza a parte, sono molto felice che il mio appartamento stia cominciando a prendere forma, e dopo la posatura delle piastrelle mi sento molto più tranquilla e vicina alla meta. 
Sono stati mesi duri in cui tutto è andato un po' a rilento e facevo molta fatica a immaginare "casa mia" dentro quel cantiere. 
Adesso invece è tutto molto chiaro e posso tranquillamente affermare che mi piacerebbe molto se assomigliasse anche solo per un decimo a quella di Nis Klamer (il proprietario di Klam), trovata sul Lookbook di Boligcious ;)










Effetto serra

Ecco il motivo per cui sto trascurando il blog ultimamente: sono in procinto di diplomarmi alla scuola di progettazione d'interni che frequento ormai da un anno e mezzo e sono totalmente assorbita dalla preparazione dell'esame finale...ERA ORA.
La prova prevede l'esposizione del progetto (12 tavole di sezioni e render) su cui sto lavorando: l'arredamento di un'intera casa partendo dai gusti e dagli hobby dei committenti (in questo caso immaginari eheheh) facendo in modo di mantenere un mood comune a tutte le stanze.
Il concept che ho deciso di seguire è quello della natura: alla coppia di committenti infatti piace dedicarsi al giardinaggio e preparare pietanze a base di prodotti naturali.

Sono partita cercando delle immagini "ispirazionali" da cui prendere spunto:
















...Per poi cominciare a delineare delle moodboard, scegliendo degli elementi adatti allo spazio e alla configurazione della casa.
Per venire incontro alle loro passioni, ho deciso di far dialogare la natura esterna con l'interno della casa, costruendo una sorta di orto verticale: una quinta tra cucina e living (un ottimo modo per separare le due zone senza rinunciare all'effetto open space) dove la padrona di casa potrà dilettarsi a coltivare le sue piante aromatiche preferite.
Per quanto riguarda la camera da letto e il bagno, luoghi in cui le piante sono bandite, ho cercato di ricreare l'effetto serra attraverso materiali naturali, come il legno, o carte da parati "vegetali" per ricreare una giungla immaginaria.

Soggiorno

----------------------------------------------------------------

Camera da letto

----------------------------------------------------------------

Cucina e sala da pranzo

----------------------------------------------------------------

Bagno

----------------------------------------------------------------

Cosa ne pensate? Non vi mostro i render che ho fatto perchè sono ancora in fase di post produzione...
Se riesco a fare una cosa decente li posterò as soon as possible qui sul blog ;)


Aggiornamenti instagrammosi

Chi mi segue su Instagram già lo sa, ma volevo condividere un po' di aggiornamenti anche qui sul blog :)
In sostanza il mese di Aprile è stato dedicato ai dettagli e al bricolage, giusto per temporeggiare in attesa del posatore di piastrelle e di altre maestranze...
Così ora mi ritrovo con delle finestre dipinte di un bianco luminosissimo (sembra che adesso la luce naturale sia ancora più intensa) e delle maniglie cromate nuove fiammanti ;) HAPPYYYYYYYY


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...