Innamoramenti del giorno

Questa settimana è tutto sottosopra nel quartier generale della tazzina!
Si sa, questo è il periodo più atteso da tutti gli amanti del design: comincia la Milano Design Week! :)
Organizzarsi per eventi di questo calibro non è mai una passeggiata...Fortunatamente trovo ancora un po' di tempo per lasciarmi ispirare dal web ;)
...E ovviamente non vedevo l'ora di condividere con voi i miei tre innamoramenti del giorno:

  • Un ambiente irresistiblile. Non saprei scegliere l'elemento che più di tutti mi colpisce in questa sala da pranzo: sarà il tavolo rustico? Le sedie? Il gatto? Lo specchio? I festoni? Le piante? Non lo so... Mi piace nella sua totalità.


  • Marimekko non sbaglia un colpo. Questa è la collezione Primavera 2015, curata in collaborazione con l'artista surrealista Kustaa Saksi. Ecco alcune delle sue parole per descriverne il mood:

"My collection was inspired by the invigorating feeling of freedom one can experience when faced with the force of nature," Saksi explains. "when waiting for the perfect wave and letting go of control and fear." 

 "The collection brings this feeling to the urban life, offering an escape to nature through prints that depict waves and streams and life under water" 


(Marimekko: Spring 2015 - via Coolhunting.com)

  •  Una romantica cameretta. Probabilmente se da bambina avessi avuto nella mia camera la cornice di un caminetto liberty ed una lampada di Arne Jacobsen sarei cresciuta un po' meglio. Voi che dite? Si può essere invidiosi della camera di una cinquenne? :)

(Oeuf River twin bed - giggle.com)

Vi auguro una splendida settimana all'insegna del design ;)

Moodboard #4

Aprile porta sempre con sé molto romanticismo...
Non quello convenzionale tra uomo e donna, ma quello verso le cose che ci circondano, la natura e l'autenticità dei sensi. 

Aprile ci spinge a riavvicinarci alle piccole cose che ci fanno sentire in pace con noi stessi, come curare il giardino, godere dell'allungarsi delle giornate, improvvisare gite fuori porta... 
Ci stimola a condurre uno stile di vita semplice che profuma di torte fatte in casa e fiori di campo.

Ecco la mia moodboard del mese, sperando che sia un periodo ricco di "risvegli" e nuovi inizi :)


Fonti immagini (dall'alto a sinistra in senso orario): 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Prima&dopo di una sedia

E' fenomenale come il colore possa cambiare totalmente l'aspetto ed il carattere di un oggetto o di uno spazio... La forma rimane la stessa, eppure quell'oggetto stentiamo a riconoscerlo una volta ridipinto.
Persino l'intera stanza sembra cambiare radicalmente stile solo grazie alla diversa tonalità di una misera sedia.

E' proprio quello che è successo dopo aver cambiato il look alla famosa trovatella verdina che due mesi fa vi avevo mostrato sulla pagina facebook della tazzina :)


Ve la ricordate? :) Non che il colore fosse brutto, ma avevo bisogno di renderlo più coerente con l'ambiente circostante e tutte le finiture della mia casa. Il risultato finale è sbalorditivo.


Ho deciso di donarle un nuovo look romantico scegliendo un colore polveroso dalla finitura estremamente opaca, per richiamare quell'allure "d'altri tempi" che caratterizza l'intero appartamento.

Il colore in questione si chiama Tobacco Blend della casa Paint Makers, un beige dall'inaspettata sfumatura rosé che asseconda le sfumature del mio pavimento in larice sbiancato, ma che soprattutto è in grado di trasmettere un senso di calda intimità ed una piacevole sensazione di relax.

La cosa che mi ha subito colpito è l'estrema facilità con cui questa pittura si stende, e come ben sappiamo, migliore è la stesura meno colore sarà necessario utilizzare. Quindi non solo promuovo a pieni voti la tonalità che ho scelto, ma riservo una lode particolare a Paint Makers che ha reso il momento del restyling molto semplice e piacevole (e detto da una che rifugge qualsiasi lavoro manuale che richieda la massima precisione vi assicuro che vale moltissimo) :)

Foto: Camilla Corradi - la tazzina blu

New: la tazzina blu E-design Shop!

Signore e Signori... Tazzine e Tazzini...
Il grande giorno è finalmente arrivato.

L'e-shop di consulenze d'interior design è finalmente ONLINE! YEEEEEAH :)


Ebbene sì, a quasi un anno dal mio diploma all'Accademia d'Arredamento d'Interni ho deciso di mettermi alla prova facendo qualcosa di veramente importante per me: trasformare una passione in un lavoro a tempo pieno.

Non è facile di questi tempi prendere una decisione del genere, ma ultimamente la cosa si stava tramutando in un'urgenza...Urgenza di scoprire come me la sarei cavata a correre da sola, e fare ciò per cui mi sento portata e per cui ho studiato.

Da maggio dell'anno scorso ho avuto modo di lavorare ad alcuni progetti che mi hanno reso una tazzina soddisfatta e lì ho scoperto che non avrei potuto fare altro.
Ciò che si prova quando una professione e una passione coincidono è qualcosa d'indescrivibile, è vedere la propria realizzazione portata ai massimi livelli.

E non importa se per un mese dovrai mangiare solo tonno in scatola o sarai costretto a passare la notte in bianco a prendere la tintarella da computer, sai che ne varrà sicuramente la pena.
Non contano più neanche gli insulti ad AutoCad quando va in crash e guarda caso non hai salvato (BEEEEEEP!).

A parte gli scherzi, mi farebbe piacere se andaste a dare un'occhiata alla nuova sezione del menù dedicata a questa grande novità :) La trovate in alto a destra, sotto l'header oppure sul mio Etsy Shop.
E vorrei anche ricevere numerosi in bocca al lupo perché, detto sinceramente, a me il tonno in scatola non piace per niente.


Pinterest Therapy

Sapete di cosa sto parlando: la Pinterest Therapy è il genere di cura che dovremmo seguire in caso di giornata no.

Come quella che sto vivendo io oggi: fuori c'è il diluvio universale, la tv trasmette solo notizie orribili e la mia attività cerebrale è pari a quella di un fermacarte proprio nel momento in cui dovrei dare il massimo.
Sarebbe la giornata perfetta per svuotare la carta di credito su qualche sito appetitoso, se non fosse che domani il mio senso di colpa renderebbe le cose ancora più difficili. :)
E' a questo che serve Pinterest: far finta che il mondo sia un posto meraviglioso e potenzialmente pure la nostra vita.
Il web ultimamente pullula di critiche verso questo social network e sul nostro adorato Instagram, dove le vite degli altri sembrano perfette e la "leggerezza" regna sovrana. 
Sinceramente non riesco a capire quale sia il problema.... Il motivo per cui frequentiamo questi due meravigliosi mondi virtuali è proprio questo: vogliamo abbandonarci alla bellezza e distrarci dalle imperfezioni della vita quotidiana. Voi che ne pensate? Anche voi utilizzate questi social per evadere e sognare ad occhi aperti? :)
Vi auguro un buon weekend e vi lascio con queste immagini scovate durante la mia terapia quotidiana:

(via Virlova)

(via Solebich)




Active sitting: il mio nuovo sport preferito

Se il diavolo in persona mi dicesse: "Camilla, in cambio della tua anima ti prometto che potrai rimanere in forma stando comodamente seduta davanti al computer" io gli risponderei "bene, dove devo firmare?"

Diciamo che non sono la persona più sportiva del mondo, anzi.... Sono la tipica persona che compra costoso abbigliamento da running per motivarsi, lo indossa una domenica mattina con tutte le buone intenzioni, e dopo circa 10 minuti si ritrova sull'argine con in mano un gelato ad osservare gli altri correre.

Ma il punto è questo: c'è un modo per rimanere in forma stando seduti, e per di più tenendosi la propria anima ben stretta.
Non sto vaneggiando. E' una delle qualità delle famose sedie ergonomiche Varier, con il loro principio basato sull'active sitting (il mio nuovo sport preferito), un modo di stare seduti in cui sarà proprio la sedia a suggerirci di fare movimenti continui e controllati come dondolare, ruotare il busto, ondeggiare...
Se ci pensate non è poi tanto strano: il corpo ha continuo bisogno di muoversi, per questo motivo quando si rimane otto ore seduti in ufficio, l'istinto è sempre quello di dondolarsi sulla sedia (lo sto facendo anche in questo momento mentre scrivo il post), sdraiarsi, o di assumere posizioni scomodissime pur di mantenersi in movimento.


Vi basteranno questi dati per capire quanto una vita sedentaria sia deleteria per il nostro fisico... Basti pensare che con una seduta passiva (sulle nostre tipiche sedie "statiche")

  • bruciamo circa 96 calorie all'ora
  • il nostro livello di concentrazione cala con il passare del tempo che spendiamo seduti
  • si riduce il nostro tono muscolare
  • si restringe il nostro flusso sanguigno rendendoci stanchi
Invece, con una seduta attiva e dinamica:
  • bruciamo circa 150 calorie all'ora
  • la nostra circolazione migliora rendendoci più attivi e concentrati
  • riusciamo a mantenere una postura corretta favorendo la naturale curvatura della colonna vertebrale
  • migliora la forza e la flessibilità




Ma vi dirò di più: durante l'incontro con le CF bloggers a Milano abbiamo avuto modo di testare ben 12 modelli diversi di Varier per sperimentare quanto cambiasse radicalmente il modo di stare seduti rispetto a come siamo abituate.
Inutile dirvi che una qualsiasi di quelle 12 sedie sarebbe comunque meglio di quella su cui passo l'intera giornata a progettare interni e scrivere, ma quando mi sono accomodata sulla Thatsit ho avuto una visione. Deve essere mia. La voglio. E' lei.


Oltre ad essere bellissima per il suo look ultra-nordico, la Thatsit Balans sembra sappia il fatto suo anche dal punto di vista caratteriale: invece di assecondare il mio principio di scoliosi latente, mi ha subito "messa in riga" suggerendomi la posizione corretta da assumere... Non male per una tazzina in procinto di cominciare la sua attività da freelance e che prevede di raddoppiare le sue ore alla scrivania. ;)
Cosa ne pensate? Io ormai sono nella fase dell'innamoramento in cui non riesco ad immaginare una vita senza di lei.. Sono spacciata.
D'altronde se vi si presentasse l'opportunità di migliorare il vostro stile di vita grazie ad una sedia non fareste carte false pur di ottenerla? :)

The Daily Story - pura felicità stampata su carta

Ultimamente sento il bisogno di pianificare concretamente la mia vita, fare liste, programmare obiettivi a breve e a lungo termine... Il problema è che mi sento ancora troppo infantile per comprare quelle agende figherrime da business woman che vanno tanto di moda adesso (e che prima o poi GIURO mi procurerò). 

...A questo punto lo devo ammettere: ho bisogno di un'agenda anche per scarabocchiare mentre sono al telefono, trascrivere i miei sogni strani e attaccare adesivi di gattini vicino alla lista della spesa. Ecco.

A metà tra un diario scolastico delle elementari e un vero e proprio planner, The Daily Story è proprio quello che sto cercando: pura felicità stampata su carta. 





Disponibile in due varianti dalla copertina diversa, il Daily Story è composto da un piano annuale, uno mensile ed uno settimanale, con l'aggiunta di pagine dedicate alle note personali ed alle check-list :) 
Il tutto contornato da quintalate di disegnini adorabili che ritraggono scene di vita quotidiana.






Lo so, è assolutamente poco professionale...Ma non m'importa. Io ho bisogno di cose carine nella mia vita!

PS: questo acquisto è consigliato solo a chi disegna ancora il sole con gli occhi e il cielo come una lunga striscia azzurra sull'estremità superiore del foglio.

PPS: mi raccomando...Se fate un lavoro serio ricordatevi di NON tirar fuori dalla borsa il vostro Daily Story davanti a colleghi o clienti... Se vi dovesse capitare una cosa del genere usate la solita scusa "è di mio figlio...non so come sia finito qui dentro".

PPPS: rileggendo il mio post mi sono accorta di avere l'età mentale di una quattrenne, e la cosa purtroppo non mi sconvolge.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...