Discovering Sikkens Alpha Rezisto

Se mi seguite su Instagram avrete notato che ad inizio mese sono tornata al Brera Design Apartment ospite di Sikkens in occasione della presentazione di Alpha Rezistoun'idropittura smacchiabile grazie ad una speciale componente di resina che fa da barriera protettiva contro le macchie e che rende il muro facilissimo da pulire.

Ammetto che prima di partecipare all'evento organizzato per il lancio di questo prodotto non avevo mai considerato la praticità di utilizzare una vernice smacchiabile... Pensavo: "non ho figli che sporcano i muri con le loro manine o che scambiano la parete per un foglio", ma appena tornata a casa mi sono subito venuti in mente parecchi episodi in cui un prodotto come questo avrebbe fatto la differenza.


Nonostante sia passato poco più di un anno dal nostro trasloco in appartamento, sarà già successo almeno 5 o 6 volte di macchiare un muro e di dover fare dei piccoli ritocchi con pennellino e colore per rimediare.
L'ultima volta sono riuscita persino a peggiorare la situazione tentando di pulire una macchietta con una spugna che evidentemente non era molto pulita...
Risultato: la macchietta è diventata un alone. O_O argh.

Credo sia piuttosto normale, sono quei piccoli incidenti che capitano (spesso nei modi più insospettabili) e ti fanno pensare che - nonostante i tuoi sforzi - quei muri non rimarranno mai immacolati.
A chi non è successo? ;)

Ma qui arriva il bello: Sikkens ha deciso di regalarmi una piccola latta di Alpha Rezisto per farmi fare un test delle sue prodezze direttamente a casa mia:)



Fatemi dire una cosa intanto: esteticamente l'aspetto finale è bello opaco come piace a me. 
E lo so, lo so che la domanda che vi sta ronzando per la testa è solo una: ma quanti colori ci sono di Alpha Rezisto? 2079
Avete capito bene: Dumilaesettantanove, ovvero tutti quelli disponibili sulla mazzetta 5051 (c'era anche lei dentro al kit! peserà la bellezza di 2 chili) tutti riproducibili dal sistema tintometrico che troverete nei punti vendita Sikkens. 


Io per il test ho scelto il colore dell'anno Denim Drift S0.10.50 (avevamo dubbi?). 
Già che c'ero ho deciso di approfittarne per capire se questo colore in futuro potrà prestarsi al restyling che ho in mente per la camera da letto...
Devo ancora capire se si tratta della tinta giusta, per il momento l'unica cosa che ho constatato è  l'effettiva "smacchiabilità" di Alpha Rezisto: ho sporcato volontariamente con dei pennarelli una piccola parte della parete e con un colpo di spugna è sparito tutto. *_*

Grazie  Sikkens per questa scoperta! :) 

La pianta del momento

O forse dovrei dire l'ALBERO del momento.

Dimenticatevi Monstera, Pilea (anzi no, non dimenticatele che sono due piante incredibili e, credetemi, rimarranno di tendenza per moooolto tempo) palme ed altre stranezze tropicali, ora - a giudicare dalle foto su Pinterest e dalle case delle più famose interior stylist nordiche - è il turno dell'albero di Fico.
Rigorosamente in vaso. :)


Lo so cosa state pensando: il Ficus Carica (altrimenti detto fico comune) non è esattamente una pianta da appartamento, e detto sinceramente anch'io mi sono stupita di veder sopravvivere questi piccoletti in contesti indoor...

Ma dopo aver fatto le dovute ricerche ho capito che il fico non sopporta le temperature rigide e di conseguenza sarà più che felice di entrare in casa con noi in autunno con i dovuti accorgimenti.

Sarà infatti necessario posizionarlo. vicino ad una finestra (meglio se affacciata a sud) per godere di almeno 7 ore di luce. :)  
      



      

Styling tips: un bel vaso di terracotta basterà a ricreare le atmosfere slow di queste immagini, ma prendendo spunto dal meraviglioso blog di Elisabeth Heier, anche le famose paper-bag (come quelle di Uashmama) sono perfette.


      


Se  avete voglia di procurarvene uno questo è il momento giusto.
Perché proprio adesso?

Semplice, perché hanno appena messo le foglie e vi assicuro che sono adorabili *_*
Il mio sta diventando un esserino rigoglioso (su instagram qualche giorno fa ho postato la sua prima fogliolina...orgoglio di mamma) e in questo momento sta prendendo il sole nel terrazzo...


Green inspirations from Serax


Sfogliando l'ultimo numero digitale di Vtwonen mi sono imbattuta in un trafiletto dedicato alle novità outdoor del marchio Serax... E il colpo di fulmine è scattato :D

Carrelli e scaffali metallici in un delicato verde salvia perfetti per esporre piante, riviste e ovviamente fiori (perfetti nei coloratissimi cachepot in tessuto disegnati da Marie Michielssen).

Avrei proprio voglia di fare un mini-restyling del terrazzo, sostituire tutti i vasi e fare un po' di ordine nel mio angolo green... 
La primavera è ufficialmente arrivata miei cari tazzini! :)






 Wishlist 


  1. Scaletta con cesti in metallo Babylon
  2. Wire hanging pot 
  3. Vasi effetto mosaico 
  4. Carrellino in metallo Babylon
  5. Cachepot in tessuto  

Simple apartment in Stockholm


Sulla lista degli innumerevoli hometour che volevo proporvi questo mese c'erano case colorate a misura di famiglia, strutture architettoniche quasi avanguardistiche e persino un nuovissimo boutique hotel milanese. 

Poi però mi sono imbattuta nell'appartamento più semplice del mondo e che vi devo dire... Ha vinto lui.

Perché alla fine l'unica cosa che m'interessa condividere qui con voi è ciò che mi rappresenta nel presente, una casa senza tanti fronzoli, con pochi elementi (ma tutti indovinatissimi), una palette bilanciata.... 
In una parola: equilibrata.

Sono sicura che appena varcata la soglia vi sentirete subito a vostro agio :)








Il blu desaturato con cui è stata dipinta la camera è a dir poco meraviglioso... Mi trasmette un senso di calma e di relax. Prendo appunti per il futuro restyling della mia camera da letto ;)

Foto via Fantastik Frank

Put a rug on it :: Guida ai tappeti di tendenza

Tappeti: un argomento che il più delle volte mi manda in crisi.
Che si tratti della casa di un cliente, dello styling per il catalogo o semplicemente di casa mia, la scelta del tappeto rimane una delle più delicate, quasi quanto suggerire il colore per una parete.

Proprio così. Non sto esagerando. 
Ci sono volte in cui la scelta del tappeto può trasformarsi in una tragedia, un dramma, una sciagura che nemmeno immaginate. Sì, perché un tappeto da solo è in grado di cambiare totalmente lo stile di una stanza, di monopolizzare l'attenzione, di mettere in secondo piano arredi (anche di grandi dimensioni) e  rivestimenti.
E poi diciamoci la verità... Non è easy quanto cambiare i cuscini sul divano: il prezzo medio di un tappeto è abbastanza proibitivo da non ammettere ripensamenti o "colpi di testa". 


Altre volte invece l'aggiunta di un tappeto può rivelarsi il jolly di un progetto, ciò che fa quadrare magicamente tutto l'arredo in un batter d'occhio, il pezzo forte che crea l'atmosfera intima che stiamo cercando. Potrebbe addirittura risolvere alcuni problemi "strutturali" come ad esempio coprire un parquet rovinato o mascherare un brutto rivestimento (penso a coloro che sono in affitto o non possono mettere mani al pavimento), creare il colpo d'occhio che stiamo cercando in uno spazio troppo freddo o asettico. Una sorta di panacea dell'arredamento :)

In ogni caso il mio consiglio è quello di non lasciarsi trasportare dalle tendenze e fare sempre le proprie valutazioni prima dell'acquisto, prendere le misure, studiare bene la palette di colori e considerare le giuste necessità (tecniche e non).

I fattori da prendere in considerazione in genere sono:

  • tessitura piatta o a pelo lungo
  • dimensioni e proporzioni
  • forma: non sempre il rettangolo è la scelta vincente
  • pattern: tinta unita o fantasie?
  • colori neutri o tinte vivaci

Con il post di oggi non ho alcuna intenzione di dettare le regole su come scegliere il tappeto perfetto, semplicemente voglio farvi una piccola panoramica sulle ultime tendenze includendo qualche suggerimento in base alla tipologia ;)
Spero che questa mini-guida si riveli utile!

Neutri e dalla tessitura piatta:



Sono i tappeti che consiglio a chi non ha le idee molto chiare: costano poco, sono bellissimi nella loro semplicità e grazie alle tonalità neutre gli abbinamenti sono garantiti. Inoltre la loro aria scandi-chic dona un senso di freschezza che i classici tappeti non riescono a dare (anzi!).

Altro vantaggio: sono semplici da pulire e sono i tappeti più adatti a chi possiede animali domestici :)


Scandinavi-bohémienne:



Trovo che siano il perfetto compromesso tra tessitura piatta e texture: le frange, le lavorazioni tridimensionali arricchiscono l'estetica del tappeto che però rimane semplice e "leggero".
Sono senza dubbio i miei preferiti (non a caso ne ho comprato uno così per il mio appartamento) perché uniscono il fascino etnico all'estetica scandinava con un tocco bohémienne irresistibile :)


Coloratissimi Boucherouite:



Bellissimi, esuberanti e coloratissimi. I tappeti marocchini Boucheroite sono stravaganti e altamente consigliati a chi ha bisogno di donare un po' di carattere alla propria casa :)
Sono realizzati con tessuti di scarto, coloratissimi ritagli di vestiti assemblati con maestria e creatività dalle donne marocchine. Da qualche anno sono diventati di tendenza e per questo motivo molto più semplici da trovare e acquistare sul web. Su Etsy troverete moltissima scelta :)

In fibre naturali:


I tappeti in fibre naturali sono stati per molto tempo nella mia personale wishlist fino a che non sono riuscita a procurarmene uno (grazie a Smallable) da tenere in camera da letto. YESSS!
Perfetti per chi ama vedere un po' di texture, danno il loro meglio se usati come "accent rug" quindi per coprire piccole porzioni di pavimento. Io li preferisco di forma tonda, dal diametro relativamente piccolo (direi massimo 180 cm), meglio se elaborati come quello della foto. Fanno un figurone se il pavimento è in cemento, in resina o dipinto di bianco :)


Super trendy Beni Ourain:


Che dire, il Beni Ourain è l'attuale oggetto del desiderio di metà della popolazione mondiale (l'altra metà è quella che non s'interessa d'interior).  :P
Super di tendenza, onnipresente sulle riviste, negli styling più fighi, e nelle case di chi può permetterselo è l'oggetto simbolo dello stile "kinfolk". 
Sì, perché diciamo la verità, non è il tappeto più economico in circolazione....Eppure credo sia un investimento interessante. Moda e tendenze a parte, credo che difficilmente un tappeto come il Beni Ourain possa stancare. 

Color-block:



Sicuramente i tappeti più visti al Salone del Mobile di quest'anno: geometrie esagerate, colori accesi e forme inaspettate. Forse i più difficili da contestualizzare ma sicuramente i più originali sul mercato :) Se siete impavidi e le tinte forti sono il vostro pane quotidiano vi consiglio di visitare il sito Arro Home ve ne innamorerete :)


E voi quale tappeto avete scelto (o avete intenzione di scegliere) per casa vostra? :)
Fatemelo sapere nei commenti!


Birthday Wishlist

Fra meno di due settimane sarà il mio compleanno... E mica un compleanno qualunque!
Quest'anno infatti raggiungerò il grande traguardo dei 30 (non ci credo nemmeno io) e per l'occasione sto organizzano un party coi fiocchi ;) 

Come da rituale dunque non poteva mancare la mia wishlist pubblicata qui sul blog!

Ecco gli otto oggetti del desiderio per far felice una tazzina: un tappeto semplice (a righe, come piace a me), un poster grafico per sentirmi più vicina al grande Nord, un vassoio vichy, un portapenne (a 30 anni è ora di dire addio all'astuccio -_-'), un nuovo vestitino per il mio iPhone, il vaso per le composizioni floreali Ikebana, una tote-bag  in lino perfetta per quest'estate e una caraffa dall'estetica molto slow-life :) 

Cosa ne pensate? I link agli oggetti li trovate sotto alla moodboard ;) 


  1. Tappeto Rami - House Doctor
  2. Poster Å - Kortkartellet
  3. Vassoietto Vichy - Happy Home shop
  4. Portapenne in legno - Another Country
  5. Cover iPhone 6- Mochi things
  6. Vaso Ikebana - Fritz Hansen
  7. Tote bag in lino - Linge Particulière
  8. Caraffa terracotta - Another Country

E così a quanto pare anche stavolta si tratta quasi esclusivamente di regali per la casa ehehehe...
Che ci volete fare, io per essere felice ho bisogno di circondarmi di cose bellissime :)


Simplicity

Cominciavo a non poterne più di tutta questa pioggia... Non perché sia una fanatica del bel tempo, ma perché questo grigiume diffuso non mi ha permesso di scattare delle foto decenti da condividere qui sul blog (o su instagram!!!) per giorni e giorni.
Sono questi i veri problemi della vita... Non è vero? ;)

Scherzi a parte, durante gli unici due giorni di sole che ci sono stati concessi da una settimana a questa parte, sono riuscita a realizzare alcuni scatti decenti per mostrarvi il mio bottino "floreale".

Ho raccolto delle spighe e dei fiori di campo per creare dei semplici mazzolini/composizioni da disporre sul coffee-table e dare un'aria primaverile al living (complice anche il nuovo cuscino color salvia acquistato recentemente all'Ikea).

Che dire, la semplicità vince sempre :)






Foto e Styling: Camilla Corradi - la tazzina blu

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...