Restyling della camera: 5 tavole d'ispirazione

Questo è un post nato quasi per caso... Nel senso che non era stato pianificato né pensato, ma è scaturito quasi naturalmente, per mia necessità.
E bisogna ammetterlo: questi sono i post che mi piacciono di più! :)
Se mi seguite su instagram e su Facebook, già sarete a conoscenza del restyling della camera da poco in corso... Alcune new entry hanno già fatto capolino, ma la maggior parte del lavoro deve ancora iniziare!

1 - 2 - 3 

Io sono gasatissima perché - nonostante abbia le idee ancora un po' confuse - sento che si sta già delineando il nuovo look che avrà questa stanza per me così importante.
Da qualche tempo avevo la sensazione che la camera da letto non rappresentasse più il mio stile, ero scontenta dei suoi colori e di alcuni dettagli... Inoltre mi sono resa conto che mancava un elemento che donasse calore a tutto quel grigio e bianco degli arredi, qualcosa che solo un materiale come il legno può dare.

Ho deciso di affrontare questo restyling con lo stesso metodo con cui lo affronterei con un mio cliente: partendo dalle ispirazioni via Pinterest, passando per un questionario (ora vi starete immaginando una bellissima scena in cui io mi faccio le domande allo specchio e poi mi rispondo ahahahah) e concludendo con delle moodboard per chiarirmi le idee. :)

Dato che l'intero processo è molto stimolante, vorrei rendervi partecipi di tutti questi passaggi: oggi vi mostro le 5 board che ho creato per iniziare il restyling della camera da letto! Enjoy!

Immagini: 1, 2, 3, 4

INSPO #1: un bel mobile in legno su cui esporre quadri e stampe.

Ho messo in vendita alcuni arredi che avevo voglia di sostituire e sono riuscita a venderli nel giro di 24h.
Uno di questi è la cassettiera grigia davanti al letto che conteneva tutta la biancheria per la casa.
Non fraintendetemi, trovo ancora che sia un bel prodotto e sono assolutamente soddisfatta del servizio che ha prestato in questi due anni, ma sono convinta che al suo posto debba esserci un mobile (non per forza a cassetti) in legno naturale.
Ho stilato una mia piccola wishlist di dresser e arredi con funzione contenitiva per biancheria da letto, cuscini e quant'altro.

Dopo un weekend trascorso passando in rassegna i negozi principali e prendendo le misure sono sempre più convinta che il mobile perfetto possa essere un Ivar di Ikea su cui poi potrei sbizzarrirmi a fare styling, mettendo quadri cornici e specchi in appoggio.
Unico problema: dovrei affiancare due moduli e in questo modo i punti di prese verrebbero coperti. Vedremo... Intanto resto in attesa di un nuovo colpo di fulmine! :)
Un'altra opzione potrebbe essere quella di trovare una cassettiera vintage a cui sostituire i pomelli con le mie manigliette in pelle (sapete già che da qualche anno sono in fissa con questa soluzione!!!)


Immagini: 1, 2, 3, 4

INSPO #2: colori neutri ed atmosfere rilassanti

In una camera interamente bianca e grigia non dovrebbe essere difficile rimanere sui toni neutri.. Se non fosse per quell'angolino dipinto di rosa!
Ebbene sì, sono già stanca di quella tinta e non vedo l'ora di eliminarla per creare l'angolo lettura dei miei sogni!
La lampada applique di Bloomingville e la nuova poltrona acquistata di recente al mercatino dell'antiquariato voglio che rimangano gli unici due arredi di quell'angolino ma forse in futuro troverò qualcosa per completarlo al meglio :)

Un altro modo per ricreare l'atmosfera rilassata sarà una piccola incursione green :)
Credo che una bella pianta da posizionare sopra il nuovo mobile o magari vicino al letto possa donare un tocco particolare all'ambiente :)

Immagini: 1, 2, 3, 4

INSPO #3: tocchi eclettici alla francese

Quando si tratta d'inserire un elemento inaspettato so per certo che i francesi hanno una marcia in più.
Spesso la riuscita di uno styling dipende dall'incursione di un dettaglio eclettico che fa la differenza rendendo il tutto più originale e interessante! Io lo chiamo il "french touch" :)

Può essere una lampada particolare, un cuscino o un determinato colore utilizzato in modo audace.
Per il momento non ho ancora individuato il mio french touch ma sono sicura che non potrà mancare in camera mia... Basti vedere il successo che ha avuto l'armadio/dispensa rivestito con la carta da parati in cucina!!! ;)


Immagini: 1, 2, 3, 4

INSPO #4: aggiungere calore con texture e strati

Ho già parlato dell'importanza di aggiungere legno e piante ad una camera dove predominano i bianchi e i grigi, ma questo non basta per "scaldare" il tutto e rendere il nostro nido un luogo accogliente.
L'inserimento di tessili dalla texture importante o altri piccoli dettagli dall'aspetto natural si rivela spesso fondamentale in questi casi, perché rende la nostra camera confortevole e morbida.
Tende, tappeti, cuscini, e coperte fanno una bella differenza se inseriti in una camera, in particolare mi piacerebbe trovare una bella trapunta per aumentare gli strati sopra al mio letto.

I letti super-stratificati sono così invitanti, fanno venire voglia di saltarci sopra e affondare dentro al piumone, soprattutto ora che arrivano l'inverno e il freddo.
Non so cosa darei per rimanere a letto un'intera mattina e lavorare sommersa dalle coperte... Che sfortuna che l'unico luogo in cui non funziona il wi-fi a casa mia sia proprio la camera... AAAARGH!

Un'altra cosa che mi piacerebbe inserire è lo scendiletto Ikea tutto peloso...Ne dovrò comprare un altro perché il mio ora è fisso sul divano :P 

Immagini: 1, 2, 3, 4
INSPO #5: verde salvia

La questione colore delle pareti è molto delicata.
E' da quando ho letto quel meraviglioso articolo sul numero di ottobre di CasaFacile che mi sono innamorata di un verde salvia desaturato che secondo me sarebbe perfetto per la mia camera da letto.
Si tratta di una decisione troppo importante da non prendere alla leggera perché la mia idea non sarebbe solo quella di dipingere tutte e quattro le pareti della camera  (e già qua potrebbe venirmi un infarto se la cosa non dovesse risultare come la immagino) ma anche di dipingere nella stessa tinta anche l'enorme armadio Pax.
In questo modo mimetizzerei la sua presenza un po' troppo ingombrante ed amplierei la stanza grazie a questa illusione ottica. Potrebbe essere allo stesso modo un azzardo o una scelta vincente!

Detto questo spero che le mie 5 board vi siano piaciute, chissà come si svilupperà questo restyling ;) Io posso solo dirvi che vi terrò aggiornati! ;)

NordicLove tour #6: My cabin zero

Pensavate che gli appuntamenti "svedesi" fossero finiti, e invece... C'è un altro episodio del NordicLove tour fresco fresco ad attendervi!
Stavolta voglio parlarvi del mio sesto compagno di viaggio.. Perché oltre alle mie colleghe blogger, ad accompagnarmi durante questo tour alla ricerca della Svezia più autentica, c'era anche lui: il mio zaino Cabin Zero! :)


Siamo tutte state molto felici (lo si vede dalle nostre faccette???) di testare questo zaino pensato per i viaggi d'esplorazione. Comodo e super leggero è perfetto per fare da bagaglio "supplementare" in aereo (soprattutto per chi è malato di shopping ingombrante come noi eheheh) ;) 

E - come immaginavo- è stato sfruttato proprio così: all'andata sono riuscita a riporlo dentro al mio bagaglio a mano, mentre al ritorno si è reso utile per contenere tutti i miei vestiti dal momento che la valigia straripava di acquisti, regalini, souvenir e cotillon!

Ilaria ha deciso di farmi giocare alla fashion blogger (aiuto!) e mi ha fotografato insieme al mio Cabin Zero tutto bianco nella splendida cornice del Göta kanal, un canale artificiale realizzato nel XIX secolo in Svezia :)



Di Cabin Zero ne esistono di più dimensioni a seconda delle esigenze: 44l, 36l o 28l, inoltre c'è l'imbarazzo della scelta per quanto riguarda il colore e le fantasie :) 
Il mio è il modello da 28 litri, colore bianco. Mi piace perché - nonostante fosse il modello più piccolo - sono riuscita comunque a farci stare dentro di tutto, forse grazie alle mille tasche interne molto pratiche quando si ha la necessità di organizzare gli oggetti più piccoli come i carica batterie, i biglietti aerei, i bloc notes ecc..• 


    

Unica cosa che cambierei se tornassi indietro: il colore. 
Non fraintendetemi, il bianco è un bel bianco (e poi lo sapete che io sono una patita del total white!) ma sceglierlo per questo viaggio non è stata una grande idea visto che tempo due giorni si è tutto sporcato! Fortuna che dopo un giro in lavatrice è tornato come nuovo ;) E quindi niente, probabilmente lo prenderei di un colore brillante come quello arancione o magari di un bel grigio.

Spero che la mia recensione su questo zaino vi abbia incuriosito, ci rileggiamo giovedì ;)

PS: vi ricordo inoltre che a breve verrà inaugurata la serie Lagom Style Retreat con il primo appuntamento curato da Valentina del blog A day with V a dicembre!!! I posti sono limitati perciò vi consiglio d'iscrivervi il prima possibile ;) Sarà un viaggio esperenziale 100% swedish con tanti laboratori e shopping tour :)



Minimal shopping da Arket

Cari tazzini, non vedevo l'ora di condividere con voi una bella novità nel mondo dello shopping nordico, un nuovo concept svedese del gruppo H&M che propone abbigliamento donna, uomo, bambino e - udite udite - una super selezionata collezione dedicata alla casa.


Si chiama Arket (in svedese foglio di carta) e segue la filosofia tutta scandinava di tornare ad una qualità classica e senza tempo caratterizzata da un'estetica semplice ed essenziale. Lo stesso nome - Arket - è anche una sorta di gioco di parole tra Archetipo e Market, per sottolineare il rapporto tra un preciso modello di stile di vita e il mercato.


Per quanto riguarda l'abbigliamento, le linee essenziali e la fascia di prezzo ricordano un po' quelle di COS (famoso brand sempre del gruppo H&M), ma quello su cui vorrei che vi focalizzaste è la sezione HOMEWARE

Proprio così, perché a giudicare dai prodotti in catalogo pare proprio che ci sia pane - dell'ottimo pane!!!- per i nostri denti. ;)
Leggerissimi vasi in vetro trasparente, ciotole in porcellana, semplici bicchieri e raffinati tovaglioli in lino: sembra che tutto segua una linea pratica e semplice ma al contempo sofisticata... Un minimalismo di alta classe che punta sui materiali e sulle linee pulite. 

      


Ovviamente non potevo esimermi dal creare non una...ma ben DUE moodboard con i miei preferiti!
Ecco quella dedicata alla tavola e alla cucina:

  1. Barattolo porta-utensili
  2. Tovaglia in lino
  3. Crema mani
  4. Tovagliolo a righe in lino
  5. Sapone per le mani
  6. Bicchiere in vetro
  7. Posate per insalata in legno
  8. Grembiule da cucina in lino
  9. Ciotola in porcellana 
  10. Caraffa in vetro 


   

Come molti concept, infinte, ogni shop Arket (per ora i punti vendita sono solo cinque) è dotato di una caffetteria dove poter gustare caffè, prelibatezze nordiche, e cibo sano seguendo i precetti del New Nordic Food Manifesto. 
In sostanza si potrà vivere una vera esperienza svedese a 360 gradi come quella che offre Ikea gustando uno spuntino tra una sessione di shopping e l'altra :) Un sogno!



Ed infine un'altra moodboard focalizzata sul living, l'abbigliamento e il lifestyle.. in una parola al WELLBEING, un concetto che mi sta molto a cuore.
Io sono dell'idea che tutto ciò che ci circonda influisca sul nostro benessere: dal modo in cui filtriamo il caffè alla maglietta che indossiamo.
Siete d'accordo con me? :)



   


Allora cosa ne pensate? 
Farete shopping su Arket prossimamente? :) 
Io intanto prego per il vostro (ma soprattutto per il MIO) portafogli! :D

Foto via @arket 


Una camera da letto... Da invidiare!

Oggi vi faccio entrare in una casa partendo dalla fine: la zona notte.
E' difficile che vi proponga un hometour partendo dalla camera da letto, ma credo che questa stanza - nonostante le sue dimensioni parecchio contenute - farebbe scattare l'invidia a chiunque... 
Parola di tazzina :) 
Ecco le tre ragioni principali: 
  1. l'abbondante luce nordica che entra dalla finestra
  2. la carta da parati dal pattern delicatissimo
  3. il micro-angolo studio. Chi l'ha detto che a causa del poco spazio si debba rinunciare allo studiolo in camera?

... E vogliamo parlare della pianta sulla finestra? *_*



Secondo voi quella finestrella nera... Dove si affaccia? La soluzione è alla fine del post :)


E' da molto tempo che medito grandi cambiamenti nella mia camera, a cominciare dalla parete rosa che ho dipinto in angolo: credo sarà la prima a trasformarsi :)
Ora guardando queste foto potrei persino considerare di tappezzare una parete con la carta da parati... Vedremo :)
Ma continuiamo con la zona giorno: l'ampio living accoglie sia il tavolo da pranzo che il divano pieno di cuscini e coperte.. Non vi viene voglia di accoccolarvici sopra a leggere un libro? :)





Anche gli altri ambienti come il bagno, la cucina e l'ingresso sono curati nei minimi particolari mantenendo però sempre un'aria molto semplice e minimale.
In questa casa mi piacciono molto tutte le lampade scelte: sia i bulbi lasciati "nudi" in camera e nel bagno, sia l'iconica lampada da parete 265 di Flos... Un sogno!


Ed ecco svelato il mistero della piccola finestra nera! Serve per far entrare più luce in cucina (che altrimenti la riceverebbe solo di riflesso dal varco sul living). Cosa ve ne pare? 
Io l'allargherei (eliminando la mensola String) e farei un'intera vetrata in stile francese per farne entrare ancora di più!



Foto: Alvhem


Steal the style #2: Scandi B&W


Nuovo mese, nuovo episodio della nuovissima rubrica Steal the style!!! :)
Lo ammetto, sono molto fiera di questa mia nuova creatura, mi sento talmente lanciata che ho già preparato le bozze per gli episodi futuri! :)
Questo in particolare verrà adorato dagli amanti dello stile più essenziale, da chi ama il bianco e nero e le linee pulite... Cari tazzini minimalisti, questo è per voi!

L'ho chiamato Scandi B&W perché mi ricorda le case delle più famose stylist scandinave, le loro cucine e le dining room sempre così ordinate e impeccabili... Un sogno che sembra irrealizzabile per i disordinati cronici, soprattutto quando si parla della stanza più sfruttata della casa!
Tinte neutre, pochi oggetti e tutti al proprio posto.... L'unico colore concesso? 
Il verde delle piante, of course :) 



Dall'alto a sx in senso orario: 1, 2, 3, 4

A predominare in queste sale da pranzo (e cucine!!) da design-addict, pochissimi materiali ma tutti super-caratterizzanti: cemento, bambù, pietra e legno.

Mi piace il modo in cui le diverse texture (fredde e calde) dialogano tra loro, contrastanti proprio come il bianco e il nero, le uniche tinte presenti.




Allora cosa ne dite? Vi piace questo stile? 
Se volete ricreare una sala da pranzo simile a quelle delle foto ho preparato la mia lista dei must-have ;)

  1. Porta candela da appendere Hank (Kristina Stark)
  2. Tappeto Origami (Maisons du monde)
  3. Lampada a sospensione Aplomb (Foscarini)
  4. Orologio AJ City Hall (Arne Jacobsen)
  5. Sedia in legno
  6. Tavolo Trendig (Ikea)
  7. Sedia n.14 Vienna (Thonet)
  8. Mobile IVAR (Ikea)
  9. Vaso in cemento (HAY)
  10. Caraffa Espresso Maker (Stelton)
Cosa ne pensate di questo episodio? 
Vi anticipo che il prossimo sarà dedicato ad uno stile diametralmente opposto a questo... Ma per ora non voglio rivelarvi di più. Scoprirete tutto la prima settimana di Dicembre ;)

Autunno nel mio living

Quanto sono belle le collaborazioni fatte col cuore?
Il famoso brand di vasi Veca mi ha chiesto di scrivere tre articoli da pubblicare sul loro blog per raccontare il mio autunno, il modo in cui amo interpretarlo a casa mia con colori e accessori... Ma a me non è bastato! 
Così ho deciso di riproporvi qualcosina anche qui sulla tazzina, forse perché credo di essere riuscita a descriverlo in modo carino attraverso i miei scatti.
Ecco il risultato del mio racconto interamente dedicato a questa stagione così fotogenica.. 
Enjoy! :)



Tutto è cominciato con una moodboard

Raccontare i trend attraverso moodboard è la mia passione, non a caso l'anno prossimo ho programmato per voi un workshop in Svezia interamente dedicato a questo modo di fare visual storytelling per il Lagom Style Retreat di Ottobre 2018 ;)

Per Veca ho deciso di mettere insieme palette, campioni di tessuto, oggetti, riviste ma soprattutto elementi della natura, il modo migliore per comunicare i mutamenti della stagione e i suoi colori :)
Una zucca ornamentale, qualche foglia rossa, uno stelo di erba della pampa, un rametto di alchechengi.. e la mia Calathea tinta di rosa!
Se siete curiosi di leggere l'intero post e scoprire i miei consigli di stile per la stagione lo trovate a questo link.

     

Centrotavola creativo

Per una tavola autunnale ho realizzato un centrotavola utilizzando la ciotola trasparente che Veca mi ha regalato.. Un po' di acqua e un bel fiore e via! Il centrotavola perfetto è servito :) Credo lo utilizzerò anche per la mia tavola di Natale, magari mettendoci anche del glitter e qualche bocciolo di cotone (i miei preferiti!)... Che ve ne pare? 


Il secondo post invece l'ho dedicato alla vera e propria scelta delle piante per il soggiorno: quali scegliere e perché?
Vi rivelo le mie preferite in questo post ;) 



Ed ecco come ho concretizzato la mia moodboard autunnale: un cambio look del soggiorno con i colori e i materiali della stagione!


Il mio angolo green vicino al divano ora è caratterizzato da vasetti abbinati fra loto :) Il mio preferito? Quello in cui ho messo la mia pianta di Fico! L'ho scelto perché sembra un vero vaso di terracotta ma... Non ci crederete mai... Si tratta di plastica! :)
Avevo bisogno di un vaso leggero perché lo sgabello su cui l'ho posizionato non è molto stabile... Per non parlare della panca in legno su cui l'ho appena trasferito!



     

Anche il divano con il cuscino di HAY dai toni aranciati assume un look molto più caldo... La copertina a righe di Ikea completa il look :) 
Se volete conoscere i dettagli di questo piccolo restyling seguite questo link e leggete il terzo post :)



Foto e styling: Camilla Corradi - la tazzina blu

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...