New home update: il progetto

New home update: il progetto

Buongiorno tazzini come state? 
Faccio mea culpa: questo post è arrivato un po' in ritardo rispetto alle promesse, ma niente paura, mi rimetterò in pari ;) La questione casa nuova è rimasta piuttosto immobile dalla data del rogito ad oggi (per via dell'overbooking delle imprese edili) ma sembra che manchi sempre meno all'inizio dei lavori... Urrà! :) 
A questo proposito, una grande novità bolle in pentola e non vedevo l'ora di comunicarvela: questa ristrutturazione infatti combacerà con il consolidamento delle collaborazioni tra la tazzina blu e alcuni brand con cui ho già avuto modo di lavorare e con l'inizio di nuove ed eccitanti partnership! 

Proprio così, per la ristrutturazione della nuova casetta verranno coinvolti molti partner tazzina-approved per trasformarne gli interni in un manifesto del mio stile e al contempo in una vetrina per i miei brand preferiti. Non vedo l'ora di presentarveli tutti e dedicare loro tantissimi contenuti! :)

Ma bando alle ciance, sappiamo tutti perchè siamo qui: lo svelamento della PLANIMETRIA!
Dopo averla annunciata su instagram stories molti di voi mi hanno scritto per domandare aggiornamenti o almeno una preview di quello che sarà il layout della nuova casa. Ed eccovi accontentati!

Piano terra                                                                        Primo piano

Prima di spiegarvela occorre fare alcuni preamboli: 
  1. Essendo una casa a schiera, non sono permesse modifiche alla facciata (di conseguenza non potranno essere aggiunte o allargate finestre). Fortunatamente la troviamo perfetta così com'è (anzi, gli esterni sono stati quelli che ci hanno fatto innamorare sin dall'inizio), quindi questo "limite" non ci disturba più di tanto.
  2. Nonostante questo sia il progetto definitivo, si tratta di una planimetria di massima. Ciò significa che potrebbero esserci ancora dei piccoli cambiamenti nel corso delle prossime settimane. La volevo comunque condividere oggi per darvi un piccolo assaggio e per sapere cosa ne pensate ;)
  3. Il giardino è un po' più grande ed è presente anche una piccola "rimessa" esterna che in questa planimetria non ho inserito per focalizzarmi più sulla distribuzione degli interni. 
Come vi accennavo nel post precedente, questa casa ci ha colpito subito per le sue dimensioni: con i suoi 110 mq non è né troppo dispersiva né piccola. Mi piace moltissimo la distribuzione a 2 livelli e mezzo (la camera a sinistra delle scale è un mezzanino, esattamente a metà tra il piano terra e il primo piano).
So già che molti di voi mi chiederanno perché non abbiamo pensato di eliminare totalmente la parete tra living e cucina per fare uno spazio open-plan: vi dico già che per esperienza non sarebbe la soluzione più adatta per noi. Non siamo abbastanza ordinati da tenere l'ambiente cucina "a vista" quindi abbiamo pensato di tenere le due stanze separate ma collegate tra loro. ;)

Siamo molto felici anche del fatto che ci sia abbastanza spazio da poter allestire uno spazio studio per me e uno per Alberto: la pandemia ci ha insegnato che quando lui è in smart working non possiamo condividere lo stesso tavolo o la stessa stanza... vi lascio immaginare perché ahahahaha!

E quindi per il momento questo è tutto :) So già che la ristrutturazione sarà una vera e propria esperienza di vita in grado di mettere alla prova la salute mentale di tutte le persone coinvolte ma sapere che avrò il supporto di tutti voi tazzini mi tranquillizza! :D

Se avete domande o commenti non esitate a scrivermeli qui sotto, vi prometto che vi risponderò! :)

Ispirazione '70s: le nuove carte da parati Élitis 2022

Ispirazione '70s: le nuove carte da parati Élitis 2022

Cari tazzini,

Nel caso vi foste persi il mio post precedente riguardante le tendenze 2022/2023 del mondo tessile ho un annuncio da farvi: gli anni 70 sono tornati di moda!
Ebbene sì, questo trend in forte crescita sta conquistando tutti i settori, dal mondo fashion all'interior design in tutti i suoi aspetti, soprattutto per quanto riguarda accessori e rivestimenti!


Anche il brand francese Élitis con le sue nuove proposte percorre e anticipa questa tendenza, soprattutto nella categoria carte da parati dove ritroviamo ben 4 filoni/collezioni dalle forti connotazioni vintage sia per quanto riguarda i colori che i pattern. 

Siete pronti a scoprirle con me? :)

Bois sculpté 


La collezione Bois sculpté, dal francese letteralmente "legno scolpito" esplora la tridimensionalità dei rivestimenti in legno lavorato delle case di lusso anni '70. Mi piace moltissimo questo mix tra spirito artigianale e "grezzo" del legno e la sua anima più luxury e raffinata *_* Il marrone in tutte le sue sfumature dal noce al sabbia viene declinato in pattern che sembrano dei veri propri "intagli", il che rende questo rivestimento perfetto per chi ama circondarsi di toni neutri e d'ispirazione naturale. 
La texture in rilievo dona inoltre una piacevole sensazione al tatto e alla vista, creando bellissimi giochi di luci e ombre.


Grand Hotel


Le atmosfere raffinate di un party in stile Grande Gatsby si mixano agli interni dal carattere stravagante che di un film di Wes Anderson in questa sofisticata collezione chiamata Grand Hotel. Le geometrie dei pattern e i suoi colori dai dettagli scintillanti ci fanno subito immergere in un'atmosfera da party di capodanno celebrato in un boutique hotel parigino dove quasi si sente il tintinnio dei calici. Adoro particolarmente la scelta di abbinare queste carte da parati con piastrelle di gusto anni '70 nelle immagini del catalogo *_* Un sogno!


La Caravane


La collezione La Caravane imita invece le trame di tessuti cuciti insieme quasi fosse un patchwork colorato che mixa colori e consistenze diverse. La collezione è ispirata al Bojagi, un tradizionale tessuto utilizzato in Corea per imballare regali e oggetti. I colori di questa particolare arte tessile sono molto variegati ma sempre sapientemente e armoniosamente abbinati.


Voiles de papier


Ispirata alla carta in ogni sua declinazione, la collezione Voiles de papier è un'ode a questo materiale così delicato e versatile. Dalla carta di riso alla carta kraft passando per tecniche come il collage o l'acquarello su cartoncino assorbente, questo rivestimento si propone di creare meravigliosi effetti sulle pareti, quasi fossero pennellate imperfette e sfumate.


Ed ora arriva la fatidica domanda: quale di queste quattro collezioni vi ha conquistato maggiormente?
Fatemelo sapere nei commenti :)
FHT 2022: i miei top-trend del mondo tessile

FHT 2022: i miei top-trend del mondo tessile

Come sapete venerdì scorso sono stata ospite della manifestazione Firenze Home Texstyle, una fiera internazionale dedicata al tessile per la casa...e non solo! I buyer infatti vengono ogni anno da tutto il mondo a visitare questa manifestazione alla ricerca di tessuti per hotellerie, SPA e settore nautico.

Essendo la prima edizione a cui partecipavo non sapevo assolutamente cosa aspettarmi e devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa dall'esposizione :) Molti brand non li conoscevo, altri invece mi ha fatto piacere ritrovarli tra gli stand (come ad esempio Pappelina!) a presentare le novità per questo 2022.

Ma veniamo a noi: come vi accennavo su instagram, alla Firenze Home Texstyle sono venuta in qualità di trend-hunter ;) Questo significa che ho acceso i miei radar per scovare le tendenze che vestiranno le nostre case a partire dalla prossima stagione... Siete pronti per una carrellata dei miei trend preferiti?


1. Colore colore colore!

Si sa, dopo i due anni appena trascorsi c'è bisogno di riportare vivacità nei nostri spazi domestici. La risposta a tutto questo è una sola: il colore! :) Dopo un giro completo della fiera non ho potuto fare a meno di notare quanto le proposte fossero in qualche modo "unanimi" per quanto riguarda le sfumature che andranno per la maggiore. Ecco i colori che faranno tendenza:
  • Le note acide del lime e del color zolfo
  • Il blu nelle sue note più marine, come il turchese, il pavone 
  • Il corallo e i rosa più carichi 
  • L'ocra in tutte le sue sfumature, perfetto in qualsiasi stagione





2. Trapuntature effetto patchwork

Scordatevi l'effetto coperta della nonna. Le trapuntature effetto goffrato o effetto patchwork sono già tendenza nella moda, quindi mi sembra chiaro che l'home decor segua a ruota :) 
Personalmente adoro questo effetto che sembra rendere tutto più morbido al tatto. Spesso è un effetto goffrato ricreato grazie alla lavorazione stone washed, un particolare lavaggio che rende il colore più sbiadito e quindi più"tridimensionale".



3. Ritorno del pattern anni '70 e '80

Gli anni '70 e gli anni '80 sono tornati di moda, nelle tappezzerie e nell'arredamento! Il ventennio più eclettico e colorato torna ad ispirarci con le sue vibes psichedeliche e i suoi pattern decisi. E' vero, spesso i pattern più "strong" possono risultare difficili da inserire nei propri ambienti, ma scegliendoli nelle giuste tonalità ci aiuteranno a rendere armonioso ed elegante il nostro ambiente . Un ottimo esempio è il verde salvia utilizzato per queste bellissime corsie in stile 70s di Pappelina, brand svedese che utilizza PVC per le sue tessiture e produrre tappeti resistenti all'acqua e facili da pulire:



Ma anche il pattern molto stile Memphis di questa coperta (in abbinata al cuscino) del brand La fabbrica del lino ne è un ottimo esempio: qui infatti i colori primari e accesi degli anni '80 spariscono per lasciare spazio ad un ocra più contemporaneo a rendere il pattern molto più chic e semplice da inserire in qualsiasi contesto:


Allora cosa ne pensate?
Siete pronti a far entrare nelle vostre case almeno una di queste tendenze? :)
Fatemelo sapere nei commenti!

Post scritto in collaborazione con Firenze Home Texstyle

Home Favorite Finds #6

Home Favorite Finds #6

Se vi ricordate di questa rubrica allora vi posso reputare dei tazzini fidelizzati. 

Se non ve la ricordate poco male, perchè potete recuperare i 5 episodi precedenti cliccando qui ;)

A parte gli scherzi, è da tantissimo che non riprendevo in mano i miei "home favourite finds" ed è un vero peccato perché continuano ad uscire design brand, collezioni, accessori, lampade e arredi sempre più interessanti, dei veri must-have per le nostre case :)

Ecco i miei fantastici 5 del periodo:


Gynoecium light mobile - Augustina Bottoni


 

Lampada o scultura? Gynoecium rappresenta il meglio di entrambe le cose. Si appende al soffitto e ruba la scena a tutto il resto come una delicata scultura dorata, ma al contempo illumina la stanza grazie al suo bulbo led in vetro satinato. Io la trovo poetica e sofisticata. *_*


Organize - Westwing now




Un piccolo guardaroba le cui ante mimano un'elegantissima boiserie.. What else? Ah già.. Le lucenti maniglie in finitura ottonata-anticata. Semplicemente perfetto. Si trova su westwing now.

Epos by Halvor Bakke - Svedbergs


Se pensate che non mi stia ancora guardando in giro per quanto riguarda i bagni di casa nuova vi sbagliate di grosso.. Infatti ho già messo gli occhi su un paio di cosine tra cui un lavabo come questo dal frontale effetto cannettato del brand svedese Svedbergs. 

Rocky - Élitis 



Non posso dirvi niente se non che per questo tappeto in iuta di Élitis è stato amore a prima vista. Ci sono altre varianti colore e altre dimensioni ma il più bello secondo me è quello nelle tonalità del verde salvia nel formato passatoia.

Serena - westwing now



E per finire un letto imbottito che mi ha colpito subito per il suo rivestimento bouclé color nocciola *_* Non si vede spesso una declinazione di questo tessuto diversa dai toni del bianco non trovate? Mi piace tantissimo (anche per i piedini in legno) e trovo che starebbe divinamente addossato ad una parete blu notte.
Scelte più green in lavanderia

Scelte più green in lavanderia

Cari tazzini,

Forse questa notizia non ve l'avevo ancora data ma non posso più tenermela per me: nella casa nuova ci sarà pure una lavanderia *_*
Ebbene sì, ricaveremo uno spazio laundry all'interno del garage e questo significa che potrò finalmente vivere la mia vita senza lo stendibiancheria in giro per casa ma soprattutto che avrò una stanza in più da arredare ;) Ci siamo capiti no?

Estetica a parte però, ciò che mi preme della situazione "bucato" è il suo lato sostenibile: una delle prime cose che faremo sarà quindi accertarci di prendere elettrodomestici dalla classe energetica elevata da utilizzare solo la sera o nei weekend. Installeremo anche un lavabo apposito per lavare a mano quando necessario :)

Anche i prodotti che useremo dovranno essere 100% ecosostenibili, per evitare che microplastiche e sostanze chimiche si disperdano nelle nostre acque, inquinando l'ambiente.

Everdrop - azienda tedesca con cui collaboro specializzata in prodotti eco per la pulizia della casa (e non solo!) - ha tra i suoi prodotti un range di detersivi per il bucato che, oltre ad avere un packaging riciclabile,  hanno un minor quantitativo di sostanze chimiche nella loro formula.




Io ovviamente collaborando con loro ho già avuto modo di provarlo (oltre agli spray detergenti per superfici, pastiglie lavastoviglie eccetera) e devo ammettere che il bucato viene veramente bene! Essendo molto efficace sulle macchie, mi sono ritrovata ad usarne una quantità minore rispetto a quelli che utilizzavo in precedenza... Un altro punto a favore dell'ambiente ;)

Dall'alto sinistra in senso orario: Kate Hliznitsova - Everdrop - la tazzina blu -  andré spilborghs

La cosa interessante è che in fase di acquisto si può ordinare il detersivo adatto al grado di durezza dell'acqua del proprio comune. In questo modo arriverà un prodotto personalizzato e ancora più efficace ;)

Ma non sottovalutiamo il lato estetico ehehehe! Siamo pur sempre delle tazzine design-addict! Come vi dicevo i detersivi di Everdrop essendo in polvere arrivano in packaging di carta riciclata e riciclabile (addio flaconi in plastica!!), e si acquista lo starter kit oltre al detersivo vi arriverà anche un contenitore di latta da riempire e tenere sotto mano (e in bella vista) :) Mica male no? 



I detersivi disponibili su Everdrop sono:
  • detersivo lavatrice universale
  • detersivo per capi colorati
  • detersivo per capi delicati
  • detersivo lavatrice sport
Ogni detersivo ha diverse caratteristiche e una diversa profumazione, ma se devo essere sincera io non ho notato profumazioni particolari, e mi sembrano tutti abbastanza neutri! Forse perché non avendo additivi chimici il profumo è più debole? Non lo so, mi informerò ;)


Se siete curiosi di testare i detersivi Everdrop vi consiglio di acquistare il kit bucato pulito! In questo modo potere risparmiare e ottenere i tre contenitori in latta ;) Così poi se vi trovate bene potrete acquistare solo le ricariche. Ovviamente ho un codice sconto per voi valido su tutto il sito --> un bel 10% in meno valido fino al 31.05 scrivendo TAZZINABLU al checkout ;)

Happy sustainable shopping! :)

Post scritto in collaborazione con Everdrop
Foto e styling (quando non diversamente specificato) di Camilla Corradi - la tazzina blu
Immagine copertina Dmitry Arslanov
Camerette belle e sostenibili con Honeycomb design

Camerette belle e sostenibili con Honeycomb design

Buongiorno tazzini!

Lo so lo so... Non siete abituati a leggere articoli dedicato al kids-design qui sulla tazzina, eppure devo ammettere che si tratta di un argomento che col passare del tempo ha cominciato ad interessarmi sempre di più (ehi a proposito l'avete già vista la mia bacheca Pinterest interamente dedicata alle camerette?).

Ad accendere la scintilla che mi ha portato a voler parlare di questo argomento sul blog è stata Valeria di Honeycomb Design, un brand focalizzato principalmente su arredi e complementi realizzati in cartone alveolare, un materiale ecosostenibile e resistente che si pulisce con una spugna umida. 
Lo so cosa state pensando e infatti sono qui per far dissolvere ogni vostro dubbio: il cartone alveolare è un materiale molto robusto che garantisce un altissimo livello di resistenza nonostante il suo peso leggerissimo.
Con questo materiale si possono infatti realizzare sedute, mensole, tavoli proprio perché in grado di sostenere anche carichi importanti.


Oltre ad essere un materiale robusto e originale, il cartone alveolare ha un'altra importante caratteristica: è un materiale SOSTENIBILE, ecologico e riciclabile, dal minimo impatto ambientale. 

Perché scegliere un materiale come il cartone per i complementi di una cameretta? Semplice, perché i bambini crescono in fretta e le loro esigenze (così come i loro gusti) cambiano molto velocemente, di conseguenza scegliere arredi che possano essere sostituiti facilmente e smaltiti senza inquinare permette ai genitori di dare libero sfogo alla fantasia nei primi anni di vita del bambino. 


Non solo baby

Ovviamente l'impiego di questo materiale non si limita esclusivamente alle camerette: la poltrona e la panca presenti nella sezione mobili di Honeycomb design infatti sono arredi veri e propri, pensati per arredare il nostro living o qualsiasi ambiente che abbia bisogno di un tocco inaspettato di carattere  ;)





Carte da parati e wall stickers

Ma non finisce qui: il catalogo di Honeycomb infatti è popolato di tantissimi altri prodotti tra cui sottobicchieri colorati, homedecor (come i buffissimi cactus o le gabbiette da appendere!) wall-stickers e carte da parati pronte a rapirvi il cuore ;) 



E se si cambia idea? Tutte le wallpaper presenti nel catalogo possono essere realizzate anche in versione attacca-stacca ed essere personalizzate nella grafica, nel colore e nella dimensione. Con un minimo sforzo possono essere rimosse ed essendo PVC free possono quindi essere riciclate ;)
Io stavo pensando di utilizzare la versione adesiva della Green bioloba wallpaper per rivestire l'anta del mio armadio pax in ingresso, voi cosa ne pensate?



Per il cambio look di una cameretta (super-veloce e senza sforzo) invece mi piace tantissimo l'idea di utilizzare i wall stickers! Anche questi - quando il bambino cresce - possono essere rimossi e smaltiti senza inquinare.
Adoro quelli a forma di nuvoletta, li trovo molto poetici e perfetti se la parete è già di un colore polveroso come l'azzurrino o il grigio tenue *_* Adoro!!


Allora cosa ne pensate di questo brand orientato alla sostenibilità? Anche voi non avete resistito a inserire nel carrello almeno un baby-cactus di cartone per dare il benvenuto alla primavera? ;)

Post scritto in collaborazione con Honeycomb design