NordicLove #6 [equilibrio e geometria]

E così siamo giunti al sesto ed ultimo appuntamento di questa meravigliosa avventura chiamata Nordic Love! E' stato un bel viaggio nei paesi del nord, luogo da cui partono le tendenze interior più rilevanti e da cui è stata scoccata la prima freccia al mio cuore design-addict.

Vorrei approfittare del tema di oggi, equilibrio e geometria, per fare una riflessione sulla forza e il successo dello stile nordico: perché rimaniamo così affascinati dalle case scandinave? Perché ad ogni fiera del mobile gli stand nordici sono quelli che ci fanno venire il batticuore all'istante?
Credo non si tratti di semplice passione per un trend momentaneo, ma che ci sia molto di più.


L'obiettivo di migliorare la qualità della vita attraverso ciò che ci circonda, è uno dei motivi per cui i grandi brand nordici (Ikea su tutti) hanno avuto un successo stratosferico in questi ultimi anni, senza perdere di vista i prezzi.

Il cosiddetto "design democratico" è solo un esempio di equilibrio nel suo più ampio significato: l'equilibrio tra classi sociali, l'idea che la bellezza possa essere di tutti è un concetto nuovissimo per questa società.
Se non esistesse Ikea infatti, probabilmente in questo momento vi starei scrivendo dal pavimento, con il pc appoggiato sugli scatoloni del trasloco ;)


la designer Ingegerd Raman tra i prodotti della collezione VIKTIGT, nei negozi Ikea a partire da maggio 2016. Ikea Livet Hemma

Ma l'equilibrio è anche qualcosa di più concreto, come quello tra forma e funzione.
L'arredamento scandinavo non mette mai da parte la bellezza per la funzionalità né viceversa: l'armonia nasce dall'incontro tra questi due fattori.
Esempio: una pigna gigante appesa al soffitto, se illumina la stanza è ben accetta ;)


(Lampada Zappy Ash by Schneid studio)

                  
(foto a sx: Susanna Vento per iittala; foto a dx sedia Janinge, From us with love in collaborazione con Ikea)
"The great idea behind the JANINGE collection is the democratization of design, to create a durable construction, based on the needs of both domestic and public environments"
Il collettivo From us with love racconta così la storia della collezione Janinge per Ikea, riassumendo in una sola frase come durabilità, democratizzazione e soddisfazione dei bisogni domestici e pubblici si incontrino in modo ineccepibile quando si parla di buon design. Come biasimarli? :)


(Fusion collection by Nendo per BoConcept)

(Daybed Sinnerlig via La maison d'Anna G.)

Il design nordico e quello orientale hanno in comune moltissime cose tra cui il perseguimento del benessere visivo: l'equilibrio tra il vuoto e il pieno è un concetto comune sia ai maestri di feng shui che ai rigorosi stylist scandinavi, specialisti nel saper calibrare il minimalismo con la "sostanza" di forme e materiali.
Uno styling ben riuscito è infatti quello in cui i volumi sono perfettamente in armonia tra loro, dove i diversi materiali, tessuti, forme e colori si esaltano l'un l'altro ricreando lo scorcio perfetto.


               
(foto a sx Alvhem; foto a dx Borastapeter)


L'equilibrio tra il buio e la luce infine è un'altra peculiarità dello stile nordico. Essendo la luce un bene prezioso, gli scandinavi hanno imparato a sfruttare al meglio i colori e il modo in cui valorizzano lo spazio: il bianco riflette, il nero assorbe, i pastelli e colori più artificiali movimentano lo spettro cromatico. 

Voi cosa ne pensate? Vi vengono in mente altri elementi che confermano il successo dello stile nordico? Aspetto i vostri commenti ;)
Nel frattempo date un'occhiata ai post delle mie amiche blogger, li adorerete ne sono certa!


3 commenti:

  1. Great selection! Wish I could read it but my Italian is not so good.. :-)

    Ingrid
    www.thatscandinavianfeeling.com

    RispondiElimina
  2. Un articolo molto bello, sicuramente la luce ha una grande importanza così come il calore dei materiali che utilizzano.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...