I colori dell'ombra

Ma voi lo sapevate che le ombre hanno un colore?
Spesso non prestiamo molta attenzione al vastissimo spettro cromatico che la natura ci offre, così anche l'ombra, ai nostri occhi, risulta semplicemente grigia.
Non sono in pieno delirio da Color-trend, semplicemente sono reduce da un meraviglioso workshop tenuto dalla color designer Francesca Valan (una delle mie guru), organizzato da Ke Outdoor Design per blogger e giornalisti. :)

La location? Un b&b immerso nella natura in provincia di Venezia dal nome quanto mai azzeccato: Casa dei Racconti.
Dunque il luogo perfetto per cominciare questa storia a base di ombra e colori :) Pronti?




Tutto è cominciato sotto una vela ombreggiante di nome Kheope, uno dei prodotti di punta dell'azienda Ke, la quale ci ha fornito moltissime informazioni sulle diverse soluzioni per l'outdoor (tutte moooolto di design). 
La vela in questione, costituita interamente da materiali provenienti dal settore nautico, non solo è di un minimalismo tale da renderla adatta a qualsiasi contesto outdoor, ma è perfettamente customizzabile a seconda delle diverse esigenze (e dello spazio disponibile). 
Come saprete io sono la fan numero uno delle soluzioni "su misura" quando si tratta di progettazione degli interni, e sono rimasta piacevolmente colpita dalla potenzialità che questo piccolo lusso può manifestare in ambienti outdoor.... Quanto mi piacerebbe avere un bel giardino da progettare! :) 

anche voi vi sentite osservati?



L'incontro, intervallato  da un brunch a base di delicatessen a bordo piscina, è proseguito con il workshop tenuto da Francesca Valan, che ci ha guidato in un esperimento molto interessante di decodificazione del colore dell'ombra. 
Come vi accennavo all'inizio del post, l'ombra ha un colore preciso in base al corpo su cui è proiettata: questo colore è formato da una parte di azzurro, una parte della tinta dell'oggetto stesso e una parte del suo complementare nella scala armonica dei colori.
Per questo motivo quando andremo a scegliere il colore da usare per dipingere una stanza, dovremo tenere conto non solo dell'effetto che avrà la luce sulle diverse pareti, ma anche della tonalità che assumeranno quando la fonte di luce naturale verrà a mancare.
Queste nozioni sono importantissime nell'ambito del design industriale e domestico: immaginatevi di scegliere un colore per casa vostra sotto la luce al neon di un colorificio: molto probabilmente, una volta a casa, vi ritroverete con duecento latte di pittura che sul vostro muro illuminato dalla luce del giorno avranno l'effetto di un'opera di cake design... non proprio il massimo, ecco.


L'ho sperimentato in prima persona al workshop quando, palette alla mano, abbiamo tentato di decodificare le diverse tonalità della stessa panchina all'ombra e alla luce. Guardate voi stessi le differenze:


Impressionante vero? *_*
Mi auguro che questi piccoli suggerimenti siano utili anche a voi quando affronterete la scelta audace di pitturare una parete di casa vostra ;)

Grazie Ke Outdoor Design per la magnifica giornata!


1 commento:

  1. Un articolo molto interessante che dovrebbe aiutare a riflettere sull'importanza dei colori secondo il contesto in cui vengono utilizzati

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...