Foto dal moodboard lab in Svezia!

Foto dal moodboard lab in Svezia!

ottobre 26, 2018
In molti me l'avete chiesto e oggi finalmente mi sono decisa: ecco il post dedicato al workshop di moodboard che ho fatto in Svezia a casa di Sara per il Lagom Style Retreat!
Sono stata indecisa fino all'ultimo se pubblicare o meno le foto dei nostri risultati per un unico motivo: purtroppo la qualità delle fotografie non sono un granché perché sono state scattate con il cellulare e la luce non era delle migliori! Ma grazie all'aiuto di qualche app sono riuscita a renderle "pubblicabili" perciò.. Eccoci qui ;)

Quelle del retreat sono state giornate pazzesche, intense, divertentissime ma soprattutto all'insegna del brainstorming e dello styling.. Cosa chiedere di più? 
Assieme alle partecipanti siamo riuscite ad ottenere dei risultati incredibili, 4 moodboard per 4 styling differenti che poi abbiamo messo in pratica arredando dei piccoli angolini a casa di Sara (e sconvolgendole tutto il soggiorno ahahaha!).
Ogni volta mi stupisco come dalle moodboard riesca a emergere così distintamente lo stile e la personalità di ognuno... Incredibile quanto sia potente e utile questo strumento visual che - se usato in maniera appropriata - può chiarire le idee per qualsiasi progetto abbiate in mente!
Ecco gli step che abbiamo seguito in 2 giorni di workshop:
  1. Raccolta materiali + ispirazioni
  2. Elaborazione moodboard
  3. Da moodboard a styling: allestimento e concretizzazione del progetto





Come spiegavo al corso, la fase iniziale del processo creativo - dalla ricerca dei materiali alla selezione degli elementi della moodboard - fa essa stessa parte del progetto, anzi, ne rappresenta forse il momento più importante. Ancora prima di metterci "all'opera" con le nostre tavole d'ispirazione infatti, siamo andate alla ricerca d'ispirazione e di materiali nel bosco e in serra (per gli elementi naturali) e nei loppis (vi ricordate i famosi mercatini svedesi??) per scovare qualche tesoro vintage. La chicca? Un negozio di tessuti pieno di stoffe meravigliose in cui ci siamo perse per circa un'oretta!! ;) 

Io e Sara avevamo già raccolto precedentemente un po' di materiale "tecnico" come campioni di carte da parati, tessuti, palette colori, ritagli di riviste e cataloghi, ma la parte divertente è stata assemblare il tutto e riuscire a far dialogare i ramoscelli trovati nel bosco con le carte da parati Orla Kiely, i cucchiaini in ottone con i campioni di tessuto di Svensk Tenn... *_* E lì è accaduta la magia!
Ma lascio giudicare a voi: ecco le quattro moodboard che abbiamo creato e poi concretizzato sotto forma di veri e propri styling:

Spiced Honey



La prima moodboard l'abbiamo chiamata Spiced Honey perché volevamo provare ad interpretare le atmosfere suggerite dal colore dell'anno: i colori del miele mixati all'ottone e alle texture più grezze come il lino e i frammenti di corteccia sono state le nostre linee guida per creare un living dal mood un po' maschile ma "cosy":


Classic Svensk



Per la moodboard Classic Svensk  ci siamo invece ispirati alla tradizione svedese, motivo per cui abbiamo deciso di ambientarla vicino alla tipica stufa tradizionale a casa di Sara! Il rosso delle bacche dialoga perfettamente con i classici disegni dei piattini (trovati ovviamente al loppis) e gli azzurri di ceramiche e dei ritagli di carta da parati. Non poteva mancare la sedia a dondolo in cui sorseggiare un tè leggendo un bel libro! ;)


 Scandi Soft



Non poteva mancare la moodboard in stile nordico! Scandi Soft si ispira infatti allo stile scandinavo più contemporaneo: eucalipto, Dala horse, color menta e legno chiaro sono i must-have per questo mood! Anche qui abbiamo ricreato un living, ma stavolta abbiamo utilizzato tinte più soft ed accessori dal look nordic-style:


Happy Retro



La moldboard Happy Retro ruota tutta intorno ai pattern grafici degli anni 60/70 e ad un abbinamento di colori dalle vibrazioni vintage: verde e giallo! Per quanto riguarda lo styling abbiamo deciso di creare un table setting a tema con una tovaglia (uno scampolo trovato nel famoso negozio di tessuti) e dei piattini vintage nei colori guida  ;) Il tocco di classe? Il cibo abbinato cromaticamente allo styling!


Allora cosa ne pensate? Vi è piaciuto seguire tutti e 3 gli step di questo processo creativo? 
E come ogni processo creativo che si rispetti, l'armonia deve lasciar spazio prima al caos: ecco una diapositiva della sala da pranzo di Sara trasformata in laboratorio (poi abbiamo messo tutto in ordine, giuro!):



3 commenti

  1. Complimenti, sono tutte stupende !! Spero che ci saranno altri incontri in futuro perché sarebbe un sogno per me poter partecipare!!

    RispondiElimina
  2. Happy retro???? L adoro!!!!!

    RispondiElimina
  3. Bellissime tutte!!! :) La mia preferita però è scandi soft: colori pastello, il Dala Horse e l'eucalipto sono tre cose che amo!

    RispondiElimina